www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/07/2016  -  stampato il 10/12/2016


Mensa Agenti del carcere di Teramo: cibi lasciati sotto al sole, protestano tutti i sindacati

Gli agenti di Polizia Penitenziaria di Castrogno chiedono l’intervento di Asl e Nas per controllare lo stato di conservazione degli alimenti destinati alla mensa degli agenti. La richiesta dei sindacati arriva dopo che gli agenti hanno proclamato lo sciopero della mensa per protestare e denunciare la presenza di alimenti ritenuti di scarsa qualità.

«Venerdì il personale di Polizia Penitenziaria all'ingresso dell'istituto ha intercettato all'interno di un furgone della ditta mensa al cui interno, a 40° gradi e oltre di temperatura per la calura esterna, c’era un carico di derrate alimentari (latte, uova ,olio e ecc.) ammucchiate con prodotti per la pulizia, alimenti questi da somministrare al personale della Polizia Penitenziaria», si legge in una nota dei sindacati Sappe, Sinappe, Osapp, Uspp, Uil e Fp Cgil, «le scriventi declinano l'invito di confronto con la direzione e la ditta organizzato per l’11 luglio (domani ndr)confermando lo stato di agitazione e invitano i responsabili dell'ufficio igiene della e i Nas di Pescara ad accertare eventuali responsabilità amministrative e penali per quanto segnalato in ordine allo stato di conservazione degli alimenti».

A giugno i sindacati avevano già denunciato il caso della mensa e avevano ottenuto delle rassicurazioni che, evidentemente, secondo i rappresentanti sindacali non sono state rispettate.

ilcentro.gelocal.it