www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/07/2016  -  stampato il 07/12/2016


Decesso Provenzano: disposta l''autopsia per scongiurare possibili future strumentalizzazioni

La Procura di Milano ha disposto l’autopsia sul corpo del boss Bernardo Provenzano, il «padrino dei misteri» morto mercoledì all’ospedale San Paolo di Milano all’età di 83 anni.

I motivi della decisione saranno chiariti al momento dell’affidamento dell’incarico ai medici legali: secondo quanto si apprende, i magistrati intendono così scongiurare possibili strumentalizzazioni sulle cause del decesso.

Il capomafia è morto nella sua stanza dell’ospedale San Paolo, in zona Barona, dove da tempo era ricoverato all’interno del reparto di medicina penitenziaria, dove sono allestite due camere per i detenuti in regime di 41bis.

La salma è uscita su un furgone chiaro dei Servizi mortuari del Comune, accompagnata da un cordone di auto delle forze dell’ordine, ed è stata trasportata all’Istituto di medicina legale in piazzale Gorini, per l’autopsia.

milano.corriere.it