www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/07/2016  -  stampato il 06/12/2016


Carcere di Savona Sant''Agostino: il Sappe torna a chiedere al Ministro il nuovo carcere

A cinque mesi dalla chiusura del carcere savonese di Sant’Agostino, nella vecchia struttura non è più presente proprio nessuno, nemmeno la squadra di vigilanza.

I detenuti vengono portati avanti e indietro nelle altre strutture del genovese, dell’imperiese e di Fossano, così come gli agenti penitenziari già in servizio a Savona e che ora fanno la spola avanti e indietro con inevitabile aggravio di costi nonché di disagi.

Solo una quindicina sono stati accompagnati alla pensione ed un altro numero limitato è stato inserito nella squadra di polizia giudiziaria della Procura.

Michele Lorenzo, segretario regionale del SAPPE, afferma che “nonostante le promesse del Ministro, nessuno ha più detto nulla sulla realizzazione della nuova casa circondariale. Ecco perché insistiamo e facciamo pressione su enti locali, regionali e Governo, affinché rispolveri al più presto quelle manifestazioni di interesse e gli impegni politici si possano tradurre in fatti concreti”.

Il rischio è che dopo il primo periodo di discussione, i riflettori si spengano e il progetto del nuovo carcere rimanga fermo in un cassetto, come purtroppo molto spesso avviene.

rsvn.it