www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/08/2016  -  stampato il 08/12/2016


Trovato con tesserino falso della Polizia Penitenziaria: era in affidamento in prova per associazione a delinquere

I Carabinieri della Stazione della Compagnia di Caltagirone hanno arrestato Francesco Gravina, 52 anni, calatino, su ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza del Tribunale di Milano, poiché ritenuto responsabile di atto falso e guida senza patente poiché revocata.

Gravina era già sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova, a seguito della condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione inflittagli dal G.I.P. del Tribunale di Milano il 17 luglio 2014, per associazione per delinquere e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

L’Autorità Giudiziaria ha emesso il presente provvedimento di aggravamento della misura restrittiva poiché l’uomo il 12 giugno scorso a Corbetta (MI), durante un controllo alla circolazione stradale, è stato bloccato dai Carabinieri della locale Stazione mentre era alla guida della propria autovettura, privo di patente perché revocata ed in possesso di una patente moldava falsificata. Due giorni fa di pomeriggio, Gravina è stato riconosciuto e bloccato dai Carabinieri di Caltagirone mentre era a piedi in via Giorgio Arcoleo e perquisito è stato trovato in possesso di un tesserino del corpo della Polizia Penitenziaria, intestato a lui, palesemente contraffatto per cui dovrà rispondere anche di possesso di segni e distintivi contraffatti. L’arrestato è stato associato nel carcere di Caltagirone.

nuovosud.it