www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/08/2016  -  stampato il 08/12/2016


Dal carcere progettava attentato al Magistrato Federica Paiola: intercettato dalla Polizia Penitenziaria

Nel carcere di Messina un detenuto di Milazzo, Salvatore Veneziano, 22 anni, progettava un attentato contro il sostituto procuratore della Repubblica di Barcellona, Federica Paiola, torinese d’origine, titolare di delicate inchieste giudiziarie. L’attentato avrebbe dovuto essere compiuto lungo il tragitto tra Milazzo e Barcellona che quotidianamente compie in auto, da sola e senza scorta, la magistrata trentunenne.

Veneziano, intercettato durante l’ora d’aria, ha chiesto aiuto ad altri due detenuti con cui aveva stretto amicizia: un calabrese e un palermitano (generalità secretate, sulla vicenda vi è un’inchiesta della Procura di Reggio Calabria che ha conferito deleghe di indagine alle Squadre mobili delle città dello Stretto e al Commissariato di Barcellona).

Salvatore Veneziano, ufficialmente pescatore, al suo attivo ha già collezionato azioni criminali rilevanti, tanto da essere stato arrestato – in appena sei mesi – ben due volte per reati gravissimi, dall’incendio di una pizzeria di Barcellona che apparteneva alla sua ex fidanzata che perseguitava, alla tentata estorsione aggravata in concorso e danneggiamento plurimo seguito da incendio ai danni delle ditte impegnate nei lavori di riqualificazione del litorale di Milazzo.

Tutti episodi su cui indaga la pm Paiola che ha chiesto e ottenuto ordini di custodia cautelare in carcere nei confronti del milazzese.

gazzettadelsud.it