www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/10/2010  -  stampato il 04/12/2016


Polizia penitenziaria: sdr, scuola monastir rischia chiusura

Cagliari, 25 ott. - "La scuola di polizia penitenziaria di Monastir, inattiva da diverso tempo, rischia la chiusura". Lo sostiene la presidente dell'associazione "Socialismo Diritti Riforme" Maria Grazia Caligaris nel sottolineare come "l'assenza di corsi formazione e di aggiornamento, nonostante la promessa del ministro Angelino Alfano di 2000 nuovi agenti da assumere per far fronte all'emergenza carceri, non consenta l'utilizzazione della struttura". Dopo aver ospitato diversi corsi di allievi agenti, la scuola, una delle nove a disposizione della polizia penitenziaria - si legge in una nota - e' inattiva da diverso tempo nonostante vi siano la direzione e una trentina di agenti in servizio. Constatata la non operativita' della struttura, in attesa dei nuovi bandi di concorso per il reclutamento di nuovi agenti, e' opportuna una temporanea chiusura in modo da utilizzare il personale per far fronte al grave sovraffollamento degli istituti di pena dell'isola ed alla forte carenza di agenti soprattutto nel carcere di Buoncammino anche nella prospettiva dell'imminente apertura del reparto ospedaliero protetto negli Infettivi di Is Mirrionis. L'apertura del reparto, ultimato da tempo, e' in ritardo anche per l'insufficiente numero di agenti che ha risposto all'interpello promosso dal provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria.

Fonte: AGI  foto: polizia-penitenziaria.it