www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/08/2016  -  stampato il 05/12/2016


Detenuto sale sul tetto del carcere di Torino per protesta: voleva parlare con il magistrato

Questa mattina un detenuto è salito per protesta sul tetto della casa circondariale di Torino. Lo comunica il Sappe, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. “Sono stati momenti di grande tensione, gestiti al meglio dal personale in servizio di Polizia Penitenziaria”, denuncia il segretario regionale, Vicente Santilli.

“Oggi, intorno alle ore 13,50, un detenuto di origine romena, di 31 anni – racconta Santilli – ristretto per reati di rapina è riuscito dal cortile dei passeggi a salire sul tetto del padiglione B. La sua intenzione era quella di parlare con un magistrato per problemi di giustizia. Grazie alla professionalità del personale del corpo assieme ai vigili del fuoco, attraverso il dialogo, si è riusciti in breve tempo a convincere l’uomo a scendere dal tetto”.

Il Sappe, attraverso il segretario generale Donato Capece, denuncia il ciclico ripetersi di eventi critici in carcere che vede coinvolti detenuti stranieri.

12alle12.it