www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/09/2016  -  stampato il 04/12/2016


A ferragosto il DAP ha spostato 20 boss mafiosi nel carcere di Uta

"Da stamattina nel braccio di alta sicurezza denominato inopportunamente Arborea nella struttura penitenziaria di Uta, a pochi chilometri da Cagliari, ci sono 20 capi di Cosa Nostra e Camorra, tra cui diversi del clan dei casalesi". Lo denuncia il deputato di Unidos, Mauro Pili, che annuncia per le prossime ore una "visita ispettiva nel carcere per accertare personalmente la situazione della struttura e verificare i nuovi arrivi".

"Hanno approfittato di terremoto e sbarchi di migranti - sottolinea - per far il blitz mafioso camorristico. I boss sono arrivati alla spicciolata in meno di una settimana. Il blitz ferragostano è andato in porto anche se nelle prossime ore dovrebbero completare l'operazione con altri 20 capi clan e cosca. Tutto questo contravvenendo alle regole che impongono la netta separazione tra i detenuti Alta Sicurezza e quelli ordinari".

Ansa