www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/09/2016  -  stampato il 08/12/2016


Detenuto aggredisce Poliziotto penitenziario: fondamentalista islamico e giÓ in isolamento per aggressioni simili

Un'aggressione "tanto brutale quanto violenta" ai danni di un agente di Polizia Penitenziaria del carcere di Perugia è stata compiuta da un detenuto "già noto alle cronache penitenziarie per il suo fondamentalismo islamico e per essere stato protagonista di molti eventi critici durante la detenzione": lo denuncia il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria Sappe.

"Questo detenuto ha aggredito senza una ragione e vigliaccamente il poliziotto penitenziario di servizio e ha fomentato gli altri detenuti islamici, invitandoli a lesionarsi il corpo", dice Fabrizio Bonino, segretario regionale dell'organizzazione sindacale. "L'uomo, uno straniero, era già in isolamento - aggiunge - per esser stato protagonista di altri eventi critici durante la detenzione. Ha commesso una folle e vigliacca aggressione, ingiustificata, che deve fare seriamente riflettere visto che è stata commessa da un detenuto votato alla causa della Jihad e particolarmente violento. Al collega ferito va la nostra solidarietà".

Ansa