www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/09/2016  -  stampato il 10/12/2016


Detenuto tunisino pretende pił farmaci: devasta la cella e ferisce Poliziotto penitenziario del carcere di Rimini

Un vero e proprio parapiglia quello che, nella tarda serata di domenica, un tunisino 28enne ha scatenato nella sua cella del carcere dei "Casetti". Il nordafricano indiavolato ha dapprima tentato degli atti di autolesionismo per poi aggredire gli agenti della Penitenziaria intervenuti per calmarlo. Secondo quanto emerso, verso le 23 nella cella del 28enne si era presentata l'intermiera del carcere per somministragli una dose di calmante prescritta dal medico ma, lo straniero, ha iniziato a dare in escandescenza perchè pretendeva una quantità maggiore del farmaco. Al diniego della sanitaria, il tunisino si è scatenato devastando la cella e fracassando il televisore per poi cercare di inghiottire i vetri dello schermo andato in frantumi.

Bloccato e portato in infermeria, durante il trasporto ha estratto una lametta che teneva nascosta e cercato di aggredire gli agenti della penitenziaria ferendone leggermente uno. Trasportato in ospedale per accertamenti, il 28enne è stato dimesso nella giornata di lunedì e riportato ai "Casetti" dove è stato messo in isolamente. Per l'agente della Penitenziaria rimasto ferito, per precauzione si sono rese necessarie le procedure per una profilassi contro le malattie infettive in quanto, la sua ferita, è venuta a contatto con il sangue del nordafricano.

riminitoday.it