www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/05/2010  -  stampato il 04/12/2016


"Non era finto malato", assolto poliziotto penitenziario

Il giudice monocratico di Agrigento ha assolto “perché il fatto non sussiste”, Domenico La Porta, 46 anni, agente della Polizia penitenziaria in servizio alla Casa circondariale di contrada Petrusa. Era accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato. Secondo la Procura della Repubblica le numerose assenze dal posto di lavoro (in tutto 154 giorni) non erano dovute a motivi di salute, bensì ad altri impegni lavorativi. Secondo l’accusa, infatti, La Porta avrebbe svolto una seconda attività in un’agenzia di assicurazioni. Al termine della requisitoria, il pubblico ministero Alfonsa Fiore aveva chiesto la condanna dell’imputato a 9 mesi di reclusione. La Porta è stato difeso dagli avvocati Posante e Virone che hanno dimostrato, durante l’istruttoria dibattimentale, l’assenza di prove sulla seconda attività lavorativa e sul fatto che le malattie fossero simulate.

Fonte: agrigentoweb.it