www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/09/2016  -  stampato il 09/12/2016


Sesso tra Poliziotte e detenuti a Brescia: ci sono anche le riprese delle telecamere interne al carcere

Sesso tra Poliziotte donne e detenuti maschi, dentro e fuori dalla casa di reclusione bresciana di Verziano. La vicenda bollente non solo infiamma una delle due carceri cittadine (sono presenti uomini e donne), ma arriva anche al Palagiustizia intitolato a Giuseppe Zanardelli dove sarebbe stato aperto un fascicolo.

Da qualche tempo le voci si rincorrevano.  «A Verziano ci sono agenti di Polizia Penitenziaria che hanno rapporti sessuali con alcuni ospiti. Tutti lo sanno, ma nessuno dice nulla». Da mesi il tam tam che arrivava dalla casa di reclusione alla periferia della città raccontava di scene hot immortalate anche dalle telecamere interne del penitenziario. Rapporti sessuali vietati dal regolamento non solo all’interno della casa reclusione, ma anche al di fuori dove non possono esistere relazioni tra operatori e reclusi.

E così qualcuno da Verziano ha preso la strada del capoluogo per raccontare tutto in Procura.

Il segreto è così venuto a galla, ma nessuno per il momento ha la voglia di confermarlo. Due le agenti di Polizia Penitenziaria che al momento sarebbero coinvolte nella vicenda. Una ha chiesto di essere trasferita a Bollate, la seconda invece è in malattia. I rapporti tra guardie e detenuti sarebbero avvenuti anche con i reclusi che potevano godere della semilibertà.

La direttrice della casa di reclusione, Francesca Lucrezi preferisce non parlarne, ma avrebbe già preparato e depositato un rapporto su tutta la vicenda al tribunale di Sorveglianza. La palla ora passa alla Procura. Qui si cercherà di fare chiarezza sulla storia a luci rosse per capire non solo come davvero si siano svolti i fatti, ma anche quanti erano a conoscenza della bollente intimità che era venuta a crearsi tra le sbarre.

ilgiorno.it

Sesso tra detenuti e Poliziotte penitenziarie: la Procura di Brescia apre un'inchiesta