www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/09/2016  -  stampato il 03/12/2016


Violenṭ una sedicenne mentre era in permesso premio: condannato a sei anni e otto mesi detenuto del carcere di Bollate

Sei anni e 8 mesi di carcere. È la condanna che dovrà scontare Alessandro Merico, 38enne detenuto del carcere di Bollate che lo scorso aprile, durante un permesso premio, violentò e rapinò una ragazza di 16 anni ad Assago, vicino Milano. Merico si trovava nel carcere di Bollate (uno dei penitenziari modello in Italia) per scontare una condanna a 3 anni e 3 mesi per due rapine. Avrebbe finito di scontare la sua pena il 31 ottobre di quest'anno. Lo scorso 28 aprile, però, aveva beneficiato di un permesso premio.

L'uomo aveva anche rapinato la ragazzina.

Proprio in quell'occasione il 38enne aveva pedinato una ragazzina di 16 anni, aggredendola sul pianerottolo della sua casa ad Assago. Sotto la minaccia di un coltello aveva costretto la minorenne a entrare in casa e lì l'aveva violentata più volte. Poi aveva rovistato nei cassetti dell'abitazione scappando con cento euro. Merico era stato arrestato qualche giorno dopo l'aggressione. Era stato lui stesso, rivelando di conoscere un amico del fratello della vittima, ad aiutare involontariamente gli inquirenti nelle indagini. Adesso è arrivata la sentenza con rito abbreviato (che prevede lo sconto di un terzo della pena): il giudice ha riconosciuto le aggravanti chieste dalla procura: la minore età della vittima e il fatto di aver commesso il reato mentre il 38enne beneficiava di una misura alternativa al carcere.

milano.fanpage.it