www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/09/2016  -  stampato il 04/12/2016


Operazione in corso della Guardia di Finanza e della Polizia Penitenziaria: sequestrati 18 milioni di euro al clan Zagaria dei casalesi

Nove arresti (sei in carcere e tre ai domiciliari) fra cui un imprenditore del casertano. È il risultato di un'operazione ancora in corso di svolgimento da parte dei Nucleo della polizia tributaria e della Polizia Penitenziaria (NIC: Nucleo Investigativo Centrale) su mandato del Gip di Napoli e richiesta della Dda partenopea. In particolare sono oggetto del provvedimento di custodia cautelare noti esponenti della fazione Zagaria del clan dei Casalesi, egemone nel casertano.

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO

Contestualmente, si sta procedendo al sequestro di beni per 18 milioni di euro tra cui società ed imprese contigue al clan. Tra di esse un'azienda di produzione e distribuzione di pane e altri prodotti alimentari. Di particolare rilievo il ruolo di due degli arrestati, Nicola Villano, 48 anni, e Pasquale Fontana, 46 anni. Entrambi strettamente legati a Michele Zagaria. Il primo è stato suo uomo di fiducia e autista. Il secondo è suo cugino. Villano e Fontana organizzavano incontri con persone contigue al clan tra cui l'imprenditore Gianni Morico, titolare di un noto gruppo di imprese specializzate nella produzione di prodotti da forno e capillarmente diffusa nel casertano oltre che di un elegante bar a Santa Maria Capua Vetere dove i tre sue riunivano per definire le strategie dei azione.

askanews.it