www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/10/2016  -  stampato il 10/12/2016


Arrestato dentro l''ex carcere di Saliceta San Giuliano: romeno stava rubando i cavi elettrici per il rame

Questa mattina intorno alle 9.30 gli agenti della Squadra Volante, in servizio di controllo del territorio in zona Saliceta San Giuliano, hanno notato dei rumori provenire dall’interno dell’ex casa di lavoro, l'edificio ormai abbandonato tra via Giardini e via Panni. Lasciata l’auto di sevizio a distanza per non farsi notare, gli agenti hanno chiaramente percepito la presenza di una persona ll'interno della struttura e rumori di oggetti che andavano in frantumi.

I due poliziotti sono quindi intervenuti, uno entrando dall’ingresso principale e l’altro da una porta secondaria, per evitare la fuga di chi stava all’interno. Come prevedibile, un uomo stava rompendo canaline di plastica per estrarne dei cavi elettrici e ne aveva già arrotolate alcune matasse, sistemate in un borsone insieme ad una sega in ferro con varie lame di ricambio, una pinza ed altri strumenti solitamente utilizzati per tranciare i cavi elettrici.

Il malvivente è stato immediatamente bloccato dagli agenti ed identificavano quale cittadino romeno, U.O. di 35 anni. L’uomo è stato tratto in arresto per furto aggravato e accompagnato nelle celle della Questura in attesa di processo. Si tratta per altro di uno straniero ben noto alle forze dell'ordine e specializzato proprio in furti di cavi elettrici, come testimonia il suo "curriculum": era già stato preso nel 2016, 2014, 2012, 2011 e 2008.

modenatoday.it