www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/10/2016  -  stampato il 03/12/2016


Rapina in gioielleria: poliziotto penitenziario interviene e rimane coinvolto in sparatoria

Comincia a essere piu’ chiara ai carabinieri della Compagnia di Capua la dinamica della rapina avvenuta ieri sera a Pastorano nella gioielleria Merolillo in cui e’ rimasto ferito il proprietario, colpito da un colpo di pistola al torace. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, un agente penitenziario che si trovava a passare nei pressi del negozio mentre era in atto la rapina, notando movimenti strani, e’ entrato nel locale silenziosamente.

Appena i due rapinatori stavano per allontanarsi, l’agente ha bloccato e immobilizzato l’uomo che non era armato. Il complice armato, invece, che nel frattempo era riuscito a uscire, e’ ritornato indietro esplodendo il colpo di pistola per liberare il suo complice bloccato dall’agente. Il colpo ha ferito il gioielliere. I due ladri sono cosi’ riusciti a scappare, abbandonando la moto con la quale erano arrivati.

E proprio sulla moto che hanno abbandonato frettolosamente, i carabinieri stanno in queste ore cercando tracce che possano ricondurre ai due. Il negozio non era dotato di telecamera ed e’ per questo che si stanno tentando di rintracciare immagini da tutti i sistemi di videosorveglianza posti sulle strade nei pressi della gioielleria e lungo il tragitto che avrebbero potuto percorrere i malviventi nella fuga.

Al momento della rapina erano presenti due clienti. Non e’ stato ancora possibile capire cosa i due siano riusciti a portare via. Numerosi i posti di blocco.

casertace.net