www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/11/2010  -  stampato il 05/12/2016


Opg di Aversa, I Nas sequestrano la farmacia per 'erogazione illegale di stupefacenti'

I carabinieri dei Nas della Commissione d'inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale hanno sequestrato la farmacia dell'Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa per le "gravi irregolarità riscontrate". Lo ha annunciato il presidente della commissione, Ignazio Marino, al termine del sopralluogo a sorpresa effettuato oggi nella struttura casertana, nell'ambito dell'inchiesta sulla salute mentale (insieme ai relatori di maggioranza Michele Saccomanno e di minoranza Daniele Bosone e Franca Biondelli). "L'iniziativa di polizia giudiziaria - ha spiegato Marino - è stata avviata per l'individuazione e il rischio del protrarsi di alcuni reati, segnatamente l'esercizio abusivo della professione medica e la detenzione e l'erogazione illegali di stupefacenti. Nell'Opg di Aversa, la prescrizione di metadone non avviene sotto controllo medico: gli appositi moduli per la somministrazione di stupefacenti non recano, infatti, come la legge prevede, la firma di un medico". "È sconvolgente - conclude Marino - la pervicacia dell'inosservanza delle norme, anche rispetto a sopralluoghi avvenuti in precedenza. Del sequestro è stato informato il magistrato di turno della procura di Santa Maria Capua Vetere, Dottor Giordano".   Fonte:  interno18.it