www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/11/2010  -  stampato il 03/12/2016


Grand Prix ISU, Carolina agguanta la terza finale

Finale raggiunta, nonostante i capricci del ginocchio. La Kostner di Portland, Oregon, non sarà quella perfetta dei giorni belli: ma il suo 3° posto, strappato con la rabbia dei campioni veri a “Skate America” (13/14 novembre) vuol dire anche la 3^ volta della fiamma azzurra nella finale del Grand Prix ISU, l’università del pattinaggio artistico su ghiaccio. Carolina, forte della vittoria riportata al debutto sulla pista di Nagoya, costruisce le sue certezze nello “short program”, portato a termine senza sbavature sulle note del flamenco (60.28, top stagionale nel circuito mondiale): alla fine della giornata sono 6 le lunghezze di vantaggio dulla giapponese Kanako Murakami (54.75), seguita da una delle due sorelle Hegelsson (Joshi: 51.17 per la svedesina). L’atleta della Polizia penitenziaria deve però stringere i denti nel “libero”: quattro minuti sono lunghi da morire per lei, che ha dovuto interrompere la preparazione ad agosto per i problemi al ginocchio sinistro. La menomazione la limita nei salti, con la caduta sul triplo loop, e anche nella trottola, uno dei suoi cavalli di battaglia: il parziale legge 94.59, solo il sesto punteggio del pomeriggio americano, al cospetto della rimonta dell’idolo locale Rachael Flatt, la migliore di giornata con 111.84. Nella combinazione dei due esercizi, tuttavia, prevale la Murakami (164.93) proprio sulla Flatt (162.86): ma la terza piazza di Carolina è quella che sigilla il suo diritto a partecipare alla finale del Grand Prix (la terza, dopo quella di Torino 2007 e di Goyang 2008) in programma a Pechino il 10 e l’11 dicembre. Dopo, forse, si penserà anche a questo benedetto ginocchio.
Hanno invece rinunciato alla trasferta Oltre Atlantico i nostri Anna Cappellini e Luca Lanotte: dopo il 5° posto dell’esordio, che li poneva fuori dai giochi, la coppia di danza delle Fiamme Azzurre ha programmato di partecipare ai Campionati Italiani assoluti di Milano (16/19 dicembre).

Fonte: polizia-penitenziaria.it