www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/11/2010  -  stampato il 10/12/2016


Europei, doppio bronzo per Giorgia Bordignon

Un esordio scintillante per Giorgia Bordignon: due medaglie europee, sia pure di categoria (“under 23”), sono un ottimo viatico per la giovane new-entry delle Fiamme Azzurre. Doppio bronzo sulle pedane della Competition Hall di Limassol, nello strappo e nel totale della categoria fino a 58kg, mentre nello slancio è arrivato un comunque lodevole 4° posto. Per anni la pesistica targata Polizia penitenziaria si era fregiata delle imprese dei fratelli Ficco, in particolare di Alessandro: il quale ora, dismessi i panni dell’atleta, si è calato con grande entusiasmo nel ruolo di tecnico (sociale e federale). E proprio alla prima uscita ufficiale sotto la guida del grande campione barese, la nostra Giorgia è riuscita a conquistare un doppio podio continentale. Poco da fare, purtroppo, per un metallo più nobile del bronzo: l’ucraina Yuliya Kalina (già 5^ ai Mondiali assoluti di Antaya in settembre) ha rispettato senza troppi patemi i pronostici della vigilia, agguantando un triplo oro con prestazioni di altissimo valore tecnico (92kg nello strappo, 120kg nello slancio e un totale da 212kg che dice tutto sul suo talento). Alle sue spalle si è ben disimpegnata la russa Olga Sibetova, capace di salire nelle tre classifiche sul secondo gradino del podio (prestazioni, rispettivamente, da 89kg, 105kg e 194kg). Abbastanza logico che Giorgia Bordignon dovesse lottare per il bronzo: anche se, è bello dirlo, la varesina ha sfoderato le sue doti nello strappo per arrivare a solo 2kg dall’argento della Sibetova e a 5kg dall’oro della Kalina. Qualcosa da rivedere, invece, nella tecnica dello slancio: Giorgia ha un differenziale abbastanza lieve, se rapportato agli standard internazionali. E così, in questa classifica, l’atleta delle Fiamme Azzurre si è vista sopravanzare dalla finlandese Anna Everi, che ha sollevato in terza alzata 102kg, contro i 98kg della nostra campionessa. Un piccolo rammarico, se ci può essere, l’aver mancato il nuovo personale di 101kg (già raggiunto in allenamento) nella terza prova: ma a complicare le cose ci si è messo un dolorino provocato da un callo alla mano uscito durante la competizione. Sono solo dettagli: anche perchè il vantaggio accumulato dall’azzurra nella prima parte è stato sufficiente a scongiurare una completa rimonta della diretta rivale nella classifica finale, 185kg il totale della Bordignon, contro 181kg della finnica.Ed ora, dopo questa doppia impresa cipriota – e con la soddisfazione di aver ricevuto il bronzo dello strappo dalle mani del Vice-Responsabile del Gruppo Sportivo, Comm. Francesco Pennisi - Giorgia è attesa dal debutto nazionale con i colori della Polizia penitenziaria in occasione dei prossimi Campionati Italiani assoluti, in programma a Cervignano del Friuli l’11 e 12 dicembre.

Fonte: polizia-penitenziaria.it