www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/10/2017  -  stampato il 22/05/2018


Detenuto autorizzato a lavorare all''esterno non rientra in carcere, il Garante: sono sorpresa

Era stato arrestato nell'aprile del 2015 perché trovato in possesso di 16 chili di cocaina. Sei mesi dopo era stato condannato in primo grado, condanna ridotta ma confermata in appello. Fine pena previsto nell'agosto 2021. Questo il recente passato del detenuto albanese 39enne evaso da giovedì 5 ottobre dal carcere di Montorio. Gli era stato concesso di lavorare all'esterno del carcere come addetto al rifacimento delle strade per il Comune di Verona. Giovedì scorso è andato al lavoro, ma non è più tornato a Montorio e per questo le forze dell'ordine lo stanno cercando.

Il 39enne era stato selezionato tra tanti altri detenuti per la sua buona condotta e la notizia della sua evasione ha sorpreso la garante dei diritti dei detenuti Margherita Forestan. A L'Arena la garante si è detta dispiaciuta. Conosceva il detenuto che è evaso e a lei raccontava della moglie e dei figli.

Nonostante questo episodio, Margherita Forestan ritiene che offrire l'opportunità ai detenuti di lavorare fuori dal carcere sia la strada da seguire, anche perché adesso si parla del 39enne evaso, mentre tutti i giorni non si parla degli altri detenuti che invece si comportano bene e che adesso temono di perdere questa occasione.

veronasera.it