www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 29/11/2010  -  stampato il 11/12/2016


Camorra: presidente consiglio sardegna scrive ad alfano, no al 41 bis in carceri isola

La presidente del Consiglio regionale della Sardegna Claudia Lombardo, ha inviato una lettera al 
ministro di Grazia e Giustizia Angelo Alfano, con la quale chiede che ''una delegazione rappresentativa delle istituzioni interessate sia ricevuta al fine di rappresentare le motivazioni per le quali gli istituti di pena della Sardegna non debbano essere individuati per custodire detenuti sottoposti al regime dell'art. 41 bis''. ''La decisione di trasferire il boss della camorra Antonio Iovine presso l'istituto di pena di Badu 'e Carros sottoponendolo al regime di carcere duro - scrive la presidente - ha suscitato numerose prese di posizione critiche nella nostra Isola. La preoccupazione e' che possano ripetersi infiltrazioni di attivita' criminali nel tessuto socioeconomico sardo connesse alla presenza di parenti e amici di mafiosi e camorristi''.
''Nel passato la scelta dei penitenziari della Sardegna per la custodia di detenuti sottoposti al regime di carcere duro ha comportato contraccolpi negativi per l'immagine della nostra isola - scrive la Lombardo - che si basa, in assenza di altre risorse primarie sulla dimensione turistica per sostenere la debole economia locale. Proprio per questa ragione in passato era stata presa la decisione dal Ministero della giustizia di eliminare dal nostro territorio gli istituti di pena idonei al regime dell'articolo 41 bis''.

Fonte: Adnkronos