www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/12/2010  -  stampato il 11/12/2016


Splendida Carolina, tricolore con il record europeo!

Carolina più splendida che mai: muscoli ancora doloranti per la finale del Grand Prix disputata pochi giorni prima, solite remore – sepolte il più possibile nella mente – per il dolore al ginocchio, eppure capace di superarsi ed esaltare il pubblico di Milano nella prova tricolore del Forum (17/18 dicembre). E’ una Kostner in gran forma quella che il pubblico di Assago ha potuto ammirare nei due giorni di gare degli Assoluti: un impegno che la campionessa delle Fiamme Azzurre ha voluto onorare nonostante tutto - assistita nel migliore dei modi dai colleghi del Nucleo Operativo Regionale della Lombardia - e che ha finito per ripagare soprattutto la sua determinazione con la nuova miglior prestazione europea di sempre nell’artistico femminile. Il totale parla di 189.74, quasi due punti meglio dei 187.97 ottenuti dalla finlandese Laura Lepisto agli ultimi Giochi invernali di Vancouver: sì, proprio quelli che avevano fatto piangere la gardenese, ora rigenerata sotto il profilo fisico e mentale. Carolina non è una che si abbatte, al di là dell’aspetto etereo: e l’ennesima dimostrazione è arrivata puntuale da una finale nazionale che la vedeva opposta a Valentina Marchei, la rivale di sempre nelle vesti della campionessa uscente. Intendiamoci: la lombarda si è espressa ai massimi livelli di sempre, ma la Kostner di questi giorni è ispirata come non mai. Già al termine del corto, venerdì sera, più di otto punti dividevano “Caro” da “Vale”: 65.52 contro 57.02. Ma è stato nel libero di sabato che la fuoricalsse della Polizia penitenziaria si è espressa a livelli inarrivabili per quasi tutte le specialiste mondiali: sicuramente per tutte le europee, perché un parziale da 124.22 è anche il migliore mai ottenuto sul ghiaccio da una pattinatrice del Vecchio Continente. La Marchei si è migliorata, con un ottimo 163.28: che tuttavia non ha potuto che riservarle il 2° posto, alle spalle della nostra campionessa. Che fosse un duello a due lo dice anche il valore del bronzo, attribuito con 131.80 ad Amelia Schwienbacher. E così una raggiante Carolina si prepara ad incantare il pubblico degli appassionati nelle esibizioni tipiche del periodo festivo – c’è da credere che sarà corsa al biglietto in tutti gli appuntamenti fissati – mentre per le prossime gare se ne riparlerà in gennaio: e l’azzurra sarà la donna da battere nei Campionati Europei di Berna. Per pensare ai Mondiali di Tokyo, e ad un possibile duello con la “marziana” Yu-Na Kim, ci sarà invece tempo fino a marzo. Non vediamo l’ora.

Fonte: polizia-penitenziaria