www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/01/2011  -  stampato il 10/12/2016


Detenuto si spruzza gas e cerca di darsi fuoco

Nel carcere di Piacenza un detenuto extracomunitario ha spruzzato sul proprio corpo il gas delle bombolette in dotazione, di solito usate per la cottura dei cibi, e poi ha minacciato di darsi fuoco, perchè non voleva spostarsi dalla sezione in cui si trovava. L'episodio, avvenuto ieri mattina, è stato reso noto dal segretario generale aggiunto del Sappe, Giovanni Battista Durante."E' solo grazie alla mediazione di un ispettore della polizia penitenziaria che è stato evitato il peggio", ha commentato Durante aggiungendo che, sempre a Piacenza, nei giorni scorsi un detenuto italiano si è barricato in cella e ha minacciato di farsi esplodere con le bombolette del gas. E il 2 gennaio, sempre nello stesso carcere - ha riferito ancora il segretario del Sindacato autonomo di polizia penitenziaria - "un altro detenuto extracomunitario si è conficcato due viti nella testa, dopo averle estratte dal calciobalilla situato in una sala ricreativa. Il detenuto è stato poi trasportato in ospedale prima a Piacenza e poi a Parma, in neurochirurgia, da dove è stato dimesso questa mattina". Secondo il sindacalista, "sarebbe opportuno modificare il regolamento penitenziario per vietare l'uso delle bombolette, visto che l'amministrazione fornisce il vitto ai detenuti e che questi, spesso, usano il gas per compiere gesti di auto ed eterolesionismo, compreso il suicidio per inalazione".SITUAZIONE CARCERI IN EMILIA-Durante ha sottolineato che gli eventi critici (suicidi, tentativi di suicidi, aggressioni al personale di polizia penitenziaria, risse e danneggiamento dei beni dell'amministrazione) in Italia variano dai 150 ai 250 al giorno: "Ormai le carceri sono un campo di battaglia dove può avvenire di tutto". "Questi eventi non fanno che aggravare il lavoro della polizia penitenziaria, il cui organico è già carente - ha ribadito - A livello nazionale mancano 6500 agenti, in Emilia-Romagna 650 ed a Piacenza 50. Qui l'organico previsto è di 150 agenti mentre ce ne sono circa 100. I detenuti sono circa 417, per una capienza di circa 250. Circa 60 sono i detenuti sottoposti al regime di alta sicurezza".

Fonte: repubblica.it