www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/02/2011  -  stampato il 05/12/2016


Carceri, lieve calo dei detenuti in Emilia-Romagna

La presenza dei detenuti in Emilia-Romagna registra una lieve flessione, secondo Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, il sindacato autonomo polizia penitenziaria. Al 30 novembre quelli presenti negli istituti della regione erano 4.413, a fronte di una capienza regolamentare di 2394 posti, con un sovraffollamento del 184%. Di questi 2.319 erano stranieri, per una percentuale del 52,54%. Le presenze maggiori sono state registrate sempre nell’istituto del capoluogo emiliano. Infatti, nel carcere bolognese della Dozza c’erano 1.165 detenuti, per una percentuale del 234%. Gli stranieri erano 726. Per quanto riguarda il sovraffollamento l’istituto bolognese era seguito da quello di Piacenza, con 412 detenuti, 231%. Seguiva a ruota Ravenna, con una percentuale di sovraffollamento del 218% e poi Modena, 14%. Al 31 dicembre de’ stata registrata la prima flessione, fermo restando i livelli di sovraffollamento che vedono in testa sempre gli stessi istituti. I detenuti erano 4.373, quindi 41 in meno. Un’ulteriore flessione e’ stata registrata con i dati del 18 gennaio 2011, le cui presenze erano pari a 4.346, 67 in meno rispetto al 30 novembre. Tale flessione e’ in linea con quanto avvenuto a livello nazionale, dove i detenuti sono diminuiti di 1264 unita’, passando dai 69.225 del 30 novembre 2010 ai 67.961 del 30 dicembre 2010.

Fonte: telesanterno.com