www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/04/2011  -  stampato il 06/12/2016


A Genova i primi detenuti scarcerati dopo la sentenza UE che dichiara illegittimo il reato di immigrazione clandestina. Secondo alcune proiezioni potrebbero essere un migliaio in tutta Italia i detenuti da scarcerare.

La Procura di Genova è stata la prima ad adeguarsi alla direttiva UE sull’immigrazione clandestina.

Dal carcere di Marassi sono state eseguite le prime quattro remissioni in libertà di altrettanti detenuti, immigrati irregolari.
Queste sono le prime conseguenze della sentenza della Corte di Giustizia europea che ha ritenuto in contrasto la normativa italiana sulla carcerazione dei clandestini con le direttive europee sui rimpatri.
I pm della procura ordinaria e di quella generale di Genova hanno ritenuto direttamente applicabile la sentenza dei giudici europei e hanno ripreso in mano più di mille fascicoli non solo per verificare il numero degli immigrati da liberare, ma anche per provvedere al ricalcolo della pena per i clandestini finiti in carcere anche per altri reati, togliendo dal computo i giorni già scontati in cella per clandestinità.
Secondo alcune stime del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria potrebbero essere più di mille i detenuti in tutta Italia, da scarcerare in applicazione della sentenza europea.