www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/05/2011  -  stampato il 09/12/2016


A Bari, Consigliere di FLI promuove raccolta firme cittadini contro la costruzione del nuovo carcere.

Una raccolta firme per dire ‘no’ alla realizzazione di un nuovo carcere.

Fli organizza una petizione popolare da presentare al Comune di Bari.
L’atto sarà presentato in occasione del Consiglio di mercoledì durante il quale si discuterà con urgenza, pena la perdita dei 40,5 milioni di euro di fondi ministeriali, della localizzazione del nuovo istituto penitenziario. Secondo le prime previsioni la struttura, da 450 posti, dove sorgere nella zona dell’Asse Nord-Sud, lato ovest, tra Carbonara, Santa Rita e Loseto. Una scelta non condivisa dalla cittadinanza che è pronta a presenziare la seduta comunale del 17.
Promotore della petizione popolare il consigliere della IV Circoscrizione Francesco Magrone del Fli: “Ci sorprende che il Comune nei pressi dello stadio San Nicola dica no alla Cittadella della Giustizia che porterebbe occupazione e sviluppo e voglia poi la creazione di un carcere. Sarebbe un’ennesima cattedrale nel deserto”. “Le zone scelte – aggiunge – per l’istituto penitenziario erano 4: area militare di via Napoli, suoli su via Caldarola, suoli dell’ex raffineria Stanic e area tra Carbonara e Loseto. Su quest’ultima – conclude – la nostra comunità attende invece la realizzazione di una Cittadella universitaria, un intervento che darebbe slancio alla nostra economia”.
I tempi sono risicati: a Carbonara in tanti ignoravano la possibilità di costruire una casa circondariale e il Consiglio comunale convocato per decidere è imminente. Per questo una nuova raccolta firme sarà probabilmente organizzata in piazza lunedì e martedì a Loseto. “Stiamo mobilitando tantissime associazioni – spiega Magrone – e affideremo la petizione al consigliere comunale Vito Lacoppola del Fli. In questi giorni faremo anche un volantinaggio per spiegare le ragione del nostro dissenso. Il carcere non lo vogliamo”.