www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/05/2011  -  stampato il 11/12/2016


Agente finto malato, smascherato e condannato a sette mesi di reclusione e 400 euro di multa

Un assistente della polizia penitenziaria in servizio a Udine era in malattia dopo aver subito un'aggressione da parte di un detenuto il 2 luglio 2008, con distorsione al rachide cervicale, ma nonostante l'indisposizione è sceso in campo per partecipare a una partita di calcio.

Francesco Dibenedetto, 37 anni,
, nato a Caltanissetta ma residente a Manzano, è stato condannato dal giudice del tribunale di Udine Emanuele Lazzaro a sette mesi di reclusione e 400 euro di multa per truffa e induzione al falso ideologico nel certificato medico.

A Dibenedetto era stata diagnosticata una distorsione al rachide cervicale, ma nonostante tutto risultava regolarmente in campo con la maglia dell'Asd Lauco nelle gare del 5, 13 e 19 luglio 2008 nel campionato della prima categoria.

ilfriuli.it