www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/05/2011  -  stampato il 09/12/2016


Ionta a L’Aquila: il funzionamento di un carcere non è solo aprire e chiudere i cancelli.

Il capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Franco Ionta a margine della cerimonia della Festa del Corpo della polizia penitenziaria, che si è svolta in Piazza Duomo all'Aquila, ha dichiarato che

«L'istituto penitenziario dell'Aquila attualmente è ben utilizzato perché la struttura regge l'urto di oltre 120 detenuti ristretti al regime duro del 41bis, ed è questa la destinazione a cui abbiamo pensato per l'istituto specifico del capoluogo di regione».

«Il carcere di Preturo - ha aggiunto Ionta - ha una situazione dal punto di vista degli organici sotto controllo, sicuramente difficile ma che consente di essere gestita con dignità per la detenzione e dignità di lavoro per la Polizia Penitenziaria».

In riferimento poi alle iniziative culturali che ogni anno si svolgono all'interno dell'istituto penitenziario dell'Aquila, tra i circa trenta detenuti comuni, Ionta ha detto:

«Il funzionamento di un carcere contrariamente a quello che si pensa non è solo apertura e chiusura di una porta ma anche quella del portone principale alla società ed alla cittadinanza».

Gli istituti di pena dell'Abruzzo e del Molise (12 in tutto) ospitano attualmente circa 6 mila detenuti