www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 29/06/2011  -  stampato il 07/12/2016


Le strutture penitenziarie della Calabria ancora sotto i riflettori della politica

L’Italia dei Valori chiede, tramite un’interrogazione al Guardasigilli Angelino Alfano, a prima firma del leader Antonio Di Pietro, quali iniziative il governo intenda prendere per risolvere la grave emergenza nella quale operano le forze di polizia penitenziaria del carcere di Rossano Calabro. Le organizzazioni sindacali della polizia penitenziaria di Rossano – spiega Di Pietro – hanno indetto un’agitazione per denunciare le gravi carenze di personale penitenziario ed amministrativo in quanto, con l’organico in servizio presso la casa di reclusione di Rossano, non è possibile garantire un adeguato livello dei servizi ed un piano di sicurezza idoneo a salvaguardare l’ordine all’interno della struttura. La situazione ormai è vicina al collasso. Inoltre – si legge nel testo dell’interrogazione – lo stato di agitazione di questo personale e’ legato alla richiesta di un incontro urgente con i vertici del ministero della Giustizia e dell’amministrazione penitenziaria in cui dovrebbero essere affrontate le problematiche relative agli organici, al nucleo traduzione e piantonamento, alla dotazione del mezzi di trasporto personale, dei mezzi di trasporto detenuti, al ripristino orario ordinario di servizio, alla ridefinizione del livello di istituto di Rossano. Chiediamo al governo di convocare al più preso le rappresentanze sindacali per fronteggiare l’emergenza, conclude Di Pietro.