www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/06/2011  -  stampato il 06/12/2016


In emilia Romagna le strutture penitenziarie scoppiano

Le carceri dell'Emilia-Romagna sono al secondo posto in Italia (dopo quelle pugliesi) per il tasso di sovraffollamento: i detenuti in regione sono, infatti, 4.373 a fronte di una capienza regolamentare di 2.394, il che significa un indice di sovraffollamento pari al 182,5% (con il dato medio nazionale al 150,95%). E' quanto emerge dalla relazione annuale, prevista dalla legge regionale n.3 del 2008 "Disposizioni per la tutela delle persone ristrette negli Istituti penitenziari della regione Emilia-Romagna", presentata oggi in Giunta dall'assessore regionale alle Politiche sociali Teresa Marzocchi. La relazione, che sara' discussa nei prossimi giorni dalla Commissione consiliare "Politiche per la Salute e Politiche Sociali", dice anche che se a livello nazionale, il 36,7% della popolazione carceraria e' rappresentata da stranieri, in Emilia-Romagna la percentuale aumenta in modo considerevole arrivando al 52,4%. "La situazione e' gravissima - commenta Marzocchi - La Giunta dell'Emilia-Romagna se ne e' fatta carico con progetti dentro e fuori dalle carceri ma, in attesa degli altri provvedimenti necessari, chiediamo al Governo interventi di sostegno immediato perche' occorre personale e mancano le risorse anche solo per la manutenzione ordinaria".