www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/06/2011  -  stampato il 06/12/2016


Referendum: come si vota, su cosa si vota il 12 e 13 giugno.

Referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento
 

Presentazione

Il 12 e 13 giugno 2011 i cittadini italiani sono chiamati ad esprimersi su alcuni quesiti strettamente collegati a norme di legge statali.


In particolare, si chiede alla cittadinanza di pronunciarsi sull'abrogazione o meno dell'art.23bis della legge di riforma sui servizi pubblici locali, nella parte riguardante la gestione privatistica del servizio idrico, le norme sul nucleare, modificate dal decreto legge n.34/2011 convertito in legge 75/2011 e sulla norma che consente al Presidente del consiglio e ai Ministri a non comparire in udienza penale in caso di legittimo impedimento.


Come si vota


Si tratta di referendum abrogativi, ciò significa che si vota per abrogare, in tutto o in parte, le norme in oggetto, pertanto:


Chi vota SÌ esprime la volontà di abrogare le norme oggetto del quesito


Chi vota NO esprime la volontà di mantenerle in vigore.


Validità dei referendum


Il referendum abrogativo è valido solo nel caso in cui si reca alle urne il 50% più uno degli aventi diritto al voto (quorum).


E' possibile ritirare e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni quesiti referendari.

 

Dove e quando si vota


Si vota presentandosi, muniti di tessera elettorale e un documento di identità, presso il seggio indicato sulla stessa tessera elettorale.


Chi avesse smarrito la tessera elettorale o non l'avesse ancora ricevuta, può richiederla all'ufficio elettorale del proprio Comune da martedì 7 giugno a sabato 11 dalle ore 9 alle ore 19, oppure nei giorni della votazione (domenica 12 giugno e lunedì 13 giugno) per tutta la durata delle operazioni di voto.


I seggi resteranno aperti dalle 8.00 alle 22.00 di domenica 12 giugno e dalle 7.00 alle 15.00 di lunedì 13 giugno.


Fonte: Ministero dell'Interno