www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/07/2011  -  stampato il 04/12/2016


Campionati europei under 21 di atletica: brillano Eleonora D'Elicio ed Eleonora Giorgi.

ATLETICA -  CAMPIONATI EUROPEI U23 OSTRAVA (REP. CECA)

Eleonora D’Elicio & Eleonora Giorgi brillano in europa!


 

 

Belle prestazioni per le nostre due felicissime Fiamme Azzurre Eleonora&Eleonora D’Elicio e Giorgi, all’ottava edizione dei Campionati Europei under 23 che si sono appena conclusi ad Ostrava (Rep.Ceca). 
Nella 20Km di marcia, sotto un sole cocente, la Giorgi non ha deluso le aspettative conquistando una meritevole quinta piazza, chiudendo in 1:38.41. Eleonora ha mantenuto per quasi tutta la gara la quinta posizione, e negli ultimi chilometri è stata brava a stringere i denti e a non farsi prendere dalla lettone Kazemaka che stava sopraggiungendo alle sue spalle. La gara è stata vinta prevedibilmente dalla russa Mineyeva (1:31.42) che ha allungato il passo intorno al 15°km, seguita a breve distanza dalla sua compagna di squadra Okhotnikova e dalla greca Takàcs; più staccata l’altra italiana, Antonella Palmisano. Con questo piazzamento la Giorgi, allenata dal nostro Gianni Perricelli,  migliora considerevolmente l’11° posto conquistato agli europei under 23 del 2009 a Kaunas, dimostrando di essere tra le miglior marciatrici del panorama europeo attuale. 
I complimenti vanno anche all’altra Eleonora, la D’Elicio, che nel triplo finisce sesta con il suo nuovo primato personale, 13.57 (+1.2). Già in qualificazione si era capito che la nostra triplista era in gran forma e, una volta raggiunta la finale, non si è fatta per nulla intimorire dalle avversarie piazzando subito al primo salto la misura che le ha poi permesso di ottenere questo ottimo sesto posto.  Ed Eleonora avrebbe potuto fare ancora meglio, se al secondo salto, durante la fase di step, non avesse accusato un forte dolore, che l’ha poi condizionata negativamente durante il resto della gara. Anche per lei questo risultato rappresenta un netto miglioramento rispetto a quello ottenuto a Kaunas nel 2009, dove non era neppure riuscita ad entrare in finale. Adesso per lei qualche giorno di riposo, prima di tornare al lavoro per preparare al meglio un altro importante appuntamento, le Universiadi, che si svolgeranno in Cina a Shenzhen dal 12 al 23 agosto. La vittoria è andata come da pronostico alla campionessa uscente Papahristou, che con un 14,40 (+1,2) piazzato subito al primo turno, ha chiuso definitivamente la faccenda.
Poca fortuna per le altre nostre due atlete in gara. Non nasconde il dispiacere Teresa di Loreto, che nella qualificazione del salto in lungo ha tentato il tutto per tutto: i due salti nulli, un salto a 5.91 (+0.0) e diciamo anche, un pizzico di sfortuna, le hanno precluso l’accesso alla finale; ed è proprio un peccato, perché al terzo salto (nullo di pochi millimetri) la nostra portacolori ha fatto proprio un gran bel balzo, intorno ai 6.25, misura che le avrebbe permesso tranquillamente di essere fra le prime 12. Teresa è alla sua prima esperienza internazionale di alto livello, e forse ha pagato anche po’ d’inesperienza: avrà sicuramente la possibilità di cancellare questa delusione nei prossimi meeting , dove tenterà  di ottenere quella misura che ha dimostrato in diverse occasioni di avere nelle gambe. E’ stata la campionessa europea indoor uscente Klishina (RUS) la protagonista assoluta di questa gara, che con un più che ottimo 7.05 (+1.1) fatto al primo turno, ha vinto la gara col record personale, ottenendo anche la miglior prestazione della competizione e portandosi al secondo posto delle liste mondiali stagionali.
Niente finale nei 3000 siepi per Valeria Roffino, che purtroppo non è riuscita a giungere a questi Campionati al top della forma a causa di qualche infortunio di troppo che ha pesato sul rendimento in gara. Partita forse un po’ troppo prudente, Valeria non è riuscita a reagire e a cambiare ritmo, chiudendo con un modesto 10:37.51. Vincitrice della sua batteria è stata la turca Mingir, che poi in finale si è aggiudicata la vittoria in volata sulla tedesca Sussmann col crono di 9:47.83. I guai fisici sembrano ora risolti, e la nostra siepista riprenderà al più presto la preparazione in vista soprattutto della stagione di cross, specialità in cui ha già vestito per ben 2 volte la maglia azzurra.
Archiviata positivamente questa rassegna continentale, l’attività su pista prosegue ora con la serie dei classici meeting nazionali ed internazionali, e con il Campionato Italiano di prove multiple che si disputerà a Formia  il 30-31 luglio, dove le nostre portacolori Elisa Trevisan, Cecilia Ricali, Elisa Bettini e Teresa di Loreto sono le favorite per il titolo tricolore a Squadre.