www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/08/2011  -  stampato il 07/12/2016


La complessa confusione nella strategia del 57%. E la Polizia Penitenziaria? Rischia la perdita del FESI per il 2011.

Cari Amici del Blog con l’avvicinamento della bagarre del toto tessere settembrino, Mentre i sindacati seri stanno già organizzando una nuova manifestazione di protesta a sostegno delle nuove assunzioni di personale, il numero 57% ( o Scortellato nella Tombola Napoletana e Il Gobbetto tradotto per tutti, mai fu dato nome più appropriato a tale unione o numero), ormai in totale sudditanza del burattinaio del D.A.P. “Cardinale Richelieu”, continua a giocare rischiando di perdere i soldi di coloro che indossano la nostra amata divisa.

 

Prima di parlare del Fesi voglio fare una premessa sull’emblematico numero 57 ….

La coerenza che i componenti dell’addizione vantano , la lotta per i diritti (tutti) e la dignità? ma i componenti di questo risultato algebrico lo sanno che i loro non sono solo numeri ma persone e sanno leggere? l’oscuro ed inutile numero 57, è abile a non informa i propri credenti algebrici, che purtroppo ancora oggi non hanno capito che dare numeri a detta unione è come affermare che la matematica è un opinione. Dovete sapere che per arrivare al totale di 57 gli illustri matematici e statisti dei giorni nostri, hanno diviso è moltiplicato gli addendi ognuno con un obbiettivo diverso ma tutti con l’unico scopo il potersi sentire almeno per una volta al di sopra del SAPPe ( e ci si sono dovuti mettere in 6……) che da vent’anni orbita come leader indiscusso in prima posizione, ma si tratta solo di illusione perché purtroppo per loro cambiando gli addendi il risultato non cambia.

In quel totale abbiamo molte variabili, alcune pensano di poter illudere in modo puntuale e preciso, altri effettuano il copia incolla delle note altrui e pubblicano a circuito chiuso (come se i propri numeri non sapessero leggere ma fossero veramente solo numeri), altri copia ed incolla delle ansa e ne ricavano addirittura un giornale online, altre creano associazioni parallele con il tentativo di gestire piscine e stabilimenti balneari dove gli stessi numeri che già vengono utilizzati in altre funzioni sono costretti a pagare ( a voi lascio la riflessione).

Questo metodo non è altro che un replay delle informazioni su canali dedicati in questo caso usano Giustizia e Polizia penitenziaria che la società Ansa Italia lancia durante la giornata, sono convinto e lo ripeto che questo non è fare informazione, ma solo un postino porta notizie a pagamento.

Infine per concludere questa mia premessa, voglio farvi riflettere velocemente con me..… ma come si fa a dare fiducia al 57 se è un numero fornito e costituito dal burattinaio e come si può permettere a taluni addendi di decidere il risultato della vostra equazione.

Svegliatevi amici e dimostrategli ad ottobre che non siete numeri ma persone vi lascio con questa citazione con cui io stesso solo oggi ne carpisco l’essenza  “cogito ergo sum-Penso dunque sono” a voi le riflessioni.