www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/09/2011  -  stampato il 03/12/2016


Allo Sport Days Carolina Kostner madrina d'eccezione

 

Dal 9 all’11 settembre ha preso avvio la prima edizione di  Sports Days, la fiera nazionale dello sport nata dall’accordo tra Coni servizi e Rimini Fiera S.p.A,  presso il quartiere fieristico e sulla riviera di Rimini, location in cui i visitatori hanno trovato ad accoglierli 12 padiglioni e 140mila metri quadrati di superficie espositiva (tra indoor e outdoor), 50 organismi sportivi, centinaia di eventi, gare, partite, dimostrazioni alla presenza dei campioni di tutti gli sport olimpici, 40 convegni e decine di appuntamenti sportivi con l’intento di far  vivere e provare lo sport . Durante la kermesse anche le popolate e meravigliose spiagge hanno ospitato diversi avvenimenti. Così, la lunga estate riminese  ha avuto seguito anche in questo settembre ormai inoltrato.

Madrina ufficiale di Sports Days è stata la nostra Carolina Kostner in qualità di campionessa azzurra di pattinaggio artistico, ma anche orgogliosa rappresentante delle Fiamme Azzurre e della Polizia Penitenziaria. Orgogliosa come abbiamo sottolineato più volte anche tramite questo blog, come lei stessa spesso dichiara di essere quando si ha l’opportunità di ascoltare per intero le sue interviste non tagliate, come si mostra e come si è mostrata in occasioni come a Rimini, in cui ha colto l'occasione si salutare tutti i suoi colleghi della Polizia Penitenziaria e del Gs Fiamme Azzurre; inoltre quando è capitato che qualcuno in borghese con famiglia al seguito l’ha fermata, non si è sottratta a foto, sorrisi e chiacchiere, felice di ricordare di portare la stessa divisa (si veda la videointervista di Carolina )  http://www.youtube.com/watch?v=TRjHSHgRqKE  

A lei è toccato il taglio del nastro a fianco del sottosegretario allo Sport Rocco Crimi, del presidente del Coni Giovanni Petrucci, del Presidente del Comitato Paralimpico Luca Pancalli e del presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni. Carolina ha subito il piacevole assalto dei fans, dei molti avventori e dei molti giornalisti di testate giornalistiche e televisive di ogni dove.

"Sono davvero felice di essere qui - ha commentatoentusiasta - stamattina ho potuto svegliarmi guardando un bellissimo mare. Trovo che questa manifestazione sia molto importante, perché lo sport è una lezione di vita per tutti: i valori di rispetto, lealtà e umiltà legati all'attività sportiva aiutano a essere persone migliori e a lavorare sodo. Colgo l'occasione per salutare tutti i miei colleghi della Polizia Penitenziaria e delle Fiamme Azzurre", ha concluso con questo saluto-dedica al Corpo.  Altra dedica speciale, al responsabile del G.S Fiamme Azzurre Marcello Tolu: l'omaggio floreale consegnatole  dall'organizzazione nel momento del taglio del nastro ha voluto che a lui fosse destinato.

Insieme a Carolina, tra i protagonisti del panorama sportivo di ieri e di oggi come Giulia Quintavalle, oro olimpico di Judo a Pechino 2008, le azzurre della ginnastica ritmica, che si sono esibite nella giornata augurale, il ginnasta Alberto Busnari, la plurimedagliata olimpica nella scherma Giovanna Trillini, il pallanuotista Francesco Postiglione e Dick Fosbury, l’olimpionico statunitense di salto in alto che ha rivoluzionato la sua specialità nel salto in alto, sono stati presenti anche gli altre due azzurri delle Fiamme Azzurre: Anna Cappellini e Luca Lanotte, specialisti della danza sul ghiaccio ed ormai eredi destinati della ex coppia azzurra Faiella –Scali.

Tra  le   principali attrazioni, il  mondiale Under 18 di basket 3 contro 3, il contest di Hip Hop, le nuove tecniche di difesa  personale per le donne (Difesa in Rosa) e i coinvolgenti test di forza fisica  di  “Facciamo ginnastica insieme”. Quest’ultima iniziativa  rivolta a tutti vuole  essere un momento di confronto nel quale auto  valutare il  proprio stato di salute e  prestanza   fisica, attraverso semplici prove di  forza e la supervisione di tecnici  altamente qualificati.