www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/09/2011  -  stampato il 10/12/2016


La Cappella del DAP. Il regno di Dio dentro di noi e tutto intorno a noi, non in templi di legno e pietra

Viene spesso affermato che lo Stato, essendo laico, deve seguire non gli insegnamenti e le indicazioni delle autorità religiose ma soltanto la Costituzione. Laicità, in senso politico e sociale, è la rivendicazione da parte degli individui dell'autonomia decisionale rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso. Il termine, riferito ad una struttura amministrativa, ne esprime l’autonomia dei principi, dei valori e delle leggi da qualsiasi utorità esterna (la Chiesa) che potrebbe influenzare l'azione.

Nonostante tutto ciò, la sede del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria si è dotata di una bella cappella innalzata con pregiate lastre di marmo, mobili di tutto rispetto e tutto, pare, ad una “modesta” cifra di circa 100 mila euro (da considerare che il locale è grande circa 40 mq).

Per il capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, della Polizia Penitenziaria, Presidente della Cassa delle Ammende, dell’Ente Assistenza, Commissario Straordinario ecc, è importante creare nella sua struttura “l’homo religiosus” così da indottrinarlo sull’esistenza di una realtà assoluta che trascende questo mondo ma che in esso si manifesta e che quindi lo santifica e lo rende reale.

Il pagamento al personale delle missioni e degli straordinari possono sempre attendere. In effetti, l’idea di costruire un tempio religioso in una sede amministrativa rappresenta un’azione strategica in quanto, in caso di fallimenti nell’azione amministrativa, ci si può sempre aggrappare alla fede.

Tuttavia, nonostante Gesù abbia detto "Io sono la luce che splende su tutto. Io sono ovunque” (Vangelo di Tommaso, versetto 77), il DAP ha ritenuto necessario creare questa magnificenza la quale però scarseggia di pecorelle smarrite che nel frattempo hanno preferito dare sfogo all’altra parte del versetto: “il regno di Dio è dentro di noi e tutto intorno a noi, non in templi di legno e pietra”.