www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/09/2011  -  stampato il 02/12/2016


L'Astrea vola agli ottavi di Coppa Italia: battuto anche il Fidene per 3 a 2!

 Campionato Serie D – LND 2011/2012 (girone G) – Coppa Italia (3^ turno sedicesimi) – Fidene, 21/09/2011

FIDENE - ASTREA 2-3 

FIDENE (4-4-2): Santi; Villani, Campobasso, Pantaleoni, De Franco; De Marco (16' st Manganelli), Morelli, Quadrini, De Angelis; Navarra (28' st Roversi), Massella. A disp. Mangerini, Petricca, Lustrissimi, Loreti, Princigalli. All. Chirico. 


ASTREA (4-4-2): Longobardi; Bernardini, Pentassuglia, Sannibale, De Santis; Remedi, Bellini, Narcisi, Aglitti; Di Iorio, Stirpe (20' st Giuntoli). A disp. Busico, Ripa, Briotti, Dini, Mollo, Lo Pinto. All. Fazzini.

ARBITRO: Frizza di Perugia. 


MARCATORI: 1' pt Massella (F), 36' pt Narcisi (A), 9' st Di Iorio (A), 18' st De Santis (A), 45' st Massella (F) 


NOTE: Spettatori 100 circa. Ammoniti Narcisi (A), Campobasso (F), Bernardini (A), Bellini (A), Remedi (A). Angoli 7-6 per il Fidene. Recupero pt 1', st 6'. 

Missione compiuta! Dopo una prova di orgoglio e carattere l’Astrea ha conquistato contro il Fidene il diritto ad accedere agli ottavi di finale di Coppa Italia contro l’Arzachena, restando come unica squadra laziale ancora in lizza per un posto che conta nella rassegna tricolore. Contro la romana Fidene dai molti under 21 in campo. Eppure non era partita sotto i migliori auspici la sfida per i nostri dato che già dal 1’ pt Navarra ha potuto approfittare di un grossolano errore dell’Astrea per guadagnare spazio, palla al piede, ed offrirla poi a Massella che ha trafitto i biancoazzurri con un raggelante 1 a 0. Tuttavia nulla è sembrato perso a giudicare dall’atteggiamento mostrato dall’undici di Fazzini in campo: poco dopo  il gol Di Iorio ha costretto all’intervento ardito Santi deviando in angolo provvidenzialmente. Sul fronte opposto è stato Longobardi al 9’ pt a dover salvare su uno splendido colpo di testa di Masella.   Il pareggio però per i nostri, dopo svariati tentativi che ne annunciavano l’arrivo, è giunto al 36’ pt con un’azione congiunta Di Iorio-Narcisi: Di Iorio a sinistra si è liberato della resistenza dei difensori avversari servendo Narcisi che di piatto ha trafitto l’incolpevole Santi per il preziosissimo pari sull’ 1 a 1 arrivato a dare sostegno e fiducia ai biancoazzurri di Fazzini.                                                           Nella ripresa è tornato protagonista il grande Aglitti al 9’ st, servendo dal corner Di Iorio  che in tuffo non ha sbagliato il 2 a 0 per una doppietta personale preziosissima e provvidenziale per il vantaggio necessario a passare il turno corroborato tra l’altro dalla terza rete di Remedi al 14’ st. Un 3 a 1 corretto dal gol avversario di Masella al 26’ st che ha concluso il match con un 3 a 2 finale che comunque assicura all’Astrea un passaggio del turno tanto importante quanto sperato contro la compagine sarda degli ottavi.