www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/10/2011  -  stampato il 03/12/2016


Un arbitraggio disastroso ferma l'Astrea contro il Budoni: 3 a 2 per i sardi

 

Campionato Serie D – LND 2011/2012 (girone G) – 5^ giornata (5^ andata) – Budoni, 02/10/2011

BUDONI - ASTREA  3-2 

BUDONI: Capello, Farris, Nnamani, Lasi (31’st Monaco), Sandu (1’ st Mesina), Ezeadi, Gavioli (11’ st Gancitano), Martinez, Pau, Meloni. All. Bacciu

ASTREA : Longobardi , Bauco, Sannibale, Ugolini,Briotti, Gaeta, (41' st Narcisi), Mollo ,Battisti, Bosi (30' st Fantini),Di Iorio, Aglitti. All. Fazzini. 

ARBITRO: Molinaroli di Verona


MARCATORI: 28’pt Aglitti, 8’ st Di Iorio (rigore)(A), 23’ st Martinez, 39’ st Pau, 46’ st Palazzo (B). 
NOTE: Ammoniti Farris, Nnamani. Espulsi Di Iorio per doppia ammonizone ed Ugolini per fallo da chiara occasione da rete, 300 spettatori  circa.

Una partita che fa parlare poco di calcio e molto più di quanto sia stata condizionata da un arbitraggio che dire scandaloso è poco.  Ma, a scanso di equivoci, per non sembrare i soliti ammalati di partigianeria calcistica per i colori dell’Astrea, vi rimandiamo al link di calciolazio.com ( con fonte Corriere dello Sport di lunedì 3 ottobre 2011), in cui a premessa di qualunque cronaca sportiva troverete scritto “Un arbitraggio disastroso causa la sconfitta dell’Astrea e lancia il Budoni sempre più in alto” .

Anteposto ciò  ad ogni ricostruzione, proviamo ora a descrivere ciò che ne è stato di una partita di calcio iniziata bene  grazie al vantaggio maturato dopo un ottimo gol del nostro fantasista storico Stefano Aglitti, bravo a sfruttare un delizioso cross di Gaeta al 28’ pt, siglando il primo vantaggio dell’Astrea.

Vantaggio sancito da  45’  successivi di relativa tranquillità per la nostra porta. Al riposo si va ancora sull’1 a 0.

Nella ripresa, all’ 8’ st,  sempre i biancoazzurri capitalizzano una rete preziosissima per un 2 a 0 che potenzialmente era il migliore dei risultati  possibili per chiudere lì la partita:  Farris  ha atterrato Bosi, Di Iorio ha messo a segno il penalty dal dischetto. Il Budoni  al 23’ st ha  poi accorciato le distanze grazie ad un diagonale di Martinez che ha messo in rete con un preciso diagonale. Poi  sul finale l’oblio assoluto da parte del direttore di gara: a Di Iorio vengono comminate due ammonizioni pressoché inesistenti in 5’. Già vittima di ben sette entrate consecutive da parte  di uno stesso giocatore avversario  “punito” solo con richiami verbali da parte dell’arbitro, il nostro numero dieci ha rimediato il primo giallo d il secondo giallo dopo essere intervenuto  solo regolarmente sulla sfera in tutti e due gli episodi. Risultato, Astrea in dieci. Al 40’ pt Pau nella nostra area letteralmente  incespica sulla palla e cade con il nostro Ugolini di poco dietro che incredibilmente, non solo viene accusato di averlo atterrato, ma viene anche espulso  con rosso diretto per  fallo da chiara occasione da rete, lasciando l’Astrea in nove.

Sul dischetto lo stesso Pau realizza il 2 a 2 del provvisorio pari. Ma il meglio deve ancora venire. Al 46’ st, in pieno recupero, due falli non visti ai danni dei nostri davanti alla porta di Longobardi provocano l’amaro 3 a  2 finale. Il più eclatante è stato quello di Martinez nel momento di un corner conclusivo calciato dal Budoni: mentre la palla seguiva una parabola insidiosa verso il secondo palo, il numero nove avversario senza che l’arbitro se ne avvedesse, o comunque senza che rilevasse alcunché, ha colpito con una gomitata alla gola il nostro estremo difensore, impossibilitato a quel punto a fermare la conclusione in rete di Palazzo posizionato proprio in prossimità del secondo palo, pronto a mettere dentro  il 3 a 2 finale. Finale pertanto amarissimo.

Anche dalla juniores una sconfitta per l'undici di Miracapillo: Astrea-Boville 0 a 2