www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 14/10/2011  -  stampato il 21/01/2017


Sedicesimi di Coppa sub judice a Casal del Marmo

Campionato Serie D – LND 2011/2012 (girone G) – sedicesimi di Coppa Italia – Casal del Marmo, 13/10/2011

ASTREA – ARZACHENA 2-2 (11 a 10 dopo i calci di rigore)

Astrea:Longobardi, Bernardini, Pentassuglia, Di Benedetto (31’ st Schiaroli), Sannibale, Ugolini, Gaeta, Battisti, Di Iorio, Aglitti (32’ st Mollo), Lo Pinto (39’ st Pompili). All. Fazzini

Arzachena:  Onesti, Pitta( 1’ st Spano), Pinna, Di Prisco, Bonacquisti, Rossi, Melis Federico (14’ st D’Acqui), Steri, Figos, Melis Emanuele (1’ st Loi), Palmisano. All. Perra

Arbitro: Gabriele Magrini di Città di Castello

Marcatori: Gaeta 2’ pt, Di Iorio 24’ pt, Figos (r) 31’ st, Steri 46’ st

Note:  Sequenza rigori: Steri (Ar) gol, Sannibale (As) gol, Pitta (Ar) parato, Battisti (As) gol, Di Prisco (Ar) gol, Di Iorio (As) gol, D’Acqui (Ar) gol, Gaeta (As) parato, Bonacquisti (Ar) gol, Mollo (As) gol, Spano (Ar) gol, Pentassuglia (as) gol, Loi (Ar) gol, Bernardini (As) gol, Rossi (Ar) gol, Ugolini (As) gol, Palmisano (Ar) parato, Pompili (As) parato, Figos (Ar) gol, Schiaroli (As) gol, Onesti (Ar) parato, Di Iorio (As) parato, Steri (Ar) gol, Battisti (As) gol, Di Prisco (Ar) gol, Sannibale (As) gol, D’Acqui (Ar) gol, Mollo (As) traversa. Ammoniti: Sannibale, Ugolini, Di Prisco, Palmisano, D’Acqui. Espulso Longobardi al 30’ st per fallo da chiara occasione da rete, al 41’ st allontanato il tecnico Fazzini. Angoli: 5 a 4 per l’Astrea. Recuperi 2’ pt 4’ st.

Quasi certamente sarà  tutto da rifare dopo i sedicesimi di Coppa Italia a Casal del Marmo.  Dopo una serie di 14 rigori l’Astrea ha presentato ricorso alla Lega in quanto è stata irregolarmente costituita la formazione dei rigoristi tenuti a calciare i penalties: l’Astrea era rimasta in dieci per l’espulsione del portiere Longobardi, anche l’Arzachena, per parità di condizioni tra squadre opponenti prevista dal regolamento Fifa e dell’Aia-Figc,  avrebbe dovuto escludere il suo estremo difensore dal calciare dal dischetto e così  invece non è stato, calciando Onesti come undicesimo rigorista.  In attesa di un verdetto che potrebbe portare anche alla ripetizione del match, passando alla cronaca, c’è stato un assoluto dominio dell’Astrea protrattosi per ben 75’ ed un pari rocambolesco, arrivato dopo che il match sembrava ormai concluso. L’espulsione di Longobardi con il rigore concesso ai bianco verdi ed il 2 a 1 provvisorio, hanno lavorato negativamente sulla tenuta della squadra fin lì dominatrice.

Al 2’ pt è stato Gaeta ad offrire dalla fascia il primo preciso spunto di una lunga serie: cross in area per Aglitti che col suo micidiale sinistro non sbaglia e sigla immediatamente il vantaggio dell’1 a 0 provvisorio. Un giro d’orologio e sempre Gaeta  ha servito  un altro delizioso cross a Di Iorio che di testa ha mandato fuori per un soffio da posizione favorevole.

Al 24’ pt Battisti recupera palla per Di Iorio che sigla la rete del doppio vantaggio per l’Astrea.

Al 30’ pt grande parata di Onesti su punizione di Di Aglitti e ugualmente  l’estremo difensore deve superarsi contro la soluzione potente di Di Benedetto su calcio piazzato al 37’ pt . Al 43’ pt  è invece Melis E a tirare una grande punizione che Longobardi è bravo ad intercettare. Si va al riposo col doppio vantaggio biancoazzurro. Nella ripresa l’Astrea ha controllato una partita che sembrava ormai messa in cascina almeno fino al 75’ st, poi Longobardi  ha atterrato Bonacquisti in area e l’arbitro ha indicato il dischetto. Nel calciare il rigore l’esperto Figos non ha sbagliato  mettendo dentro il 2 a 1 che ha rotto gli equilibri sin lì conquistati dai nostri. L’Astrea è stata meno tranquilla nel gestire il finale e la fortuita caduta del neo entrato Schiaroli durante l’azione in cui Figos ha colpito la traversa, ha spianato a via a Steri per il colpo di testa che ha portato alla lotteria dei rigori di cui a questo punto si attende l’esito.