www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/10/2011  -  stampato il 06/12/2016


I colleghi si suicidano e al DAP il Dirigenti giocano a fare i giuristi

Il 19 ottobre 2011 un altro collega usava la sua pistola d’ordinanza nel solo modo che noi poliziotti penitenziari siamo legittimati ad usare: contro noi stessi.

Il giorno prima il Capo del DAP ci teneva a far sapere a tutti che la lettera circolare del 3 marzo 2011 la condivideva appieno e anzi ribadiva di averne apposto il visto sopra. La lettera circolare in questione era quella in cui il Direttore Generale del Personale e della Formazione richiamava i Direttori a sensibilizzare il personale (di Polizia e del comparto ministeri) sul corretto uso del saluto gerarchico per i primi e sulla buona educazione per i secondi: il personale infatti “ignora il proprio dovere di salutare nelle forme prescritte i superiori gerarchici. Il continuo non ottemperare a tale obbligo ha indotto un habitus che si avverte anche nella attitudine del personale a porgere la mano senza neppure accennare alla rettificazione della posizione ed al saluto dovuto al superiore; il personale mostra così di ignorare la regola (valida anche per il personale civile) per la quale è il superiore a porgere la mano”.

Il 18 ottobre, il Capo DAP torna sulla questione e dirama un’ulteriore Circolare “per la più ampia diffusione”, evidentemente per sedare le voci di dissenso e disgusto del Personale che intanto erano arrivate anche davanti alla sua porta: L'argomento, che molti potrebbero considerare di secondo piano proprio per le priorità che interessano l’Amministrazione, ritengo meriti un chiarimento affinchè lo spirito del messaggio contenuto nella lettera circolare in questione sia ricondotto alla sua autentica intenzione.”

L’argomentazione di questa ulteriore Circolare si basa su un principio: siccome negli ultimi tempi la l’Istituzione penitenziaria sta riscuotendo un’attenzione da parte delle Autorità Istituzionali, Parlamentari, mezzi di comunicazione di massa e opinione pubblica (un’attenzione “che si concretizza anche con le frequentissime visite agli istituti di pena”) allora il Personale deve mostrare “un ineccepibile comportamento formale”.

Giusto! Giustissimo! A patto che…

A patto che tale prolusione di parole, tale spremitura di meningi e tale autorevole attenzione da parte del Direttore de Personale e Formazione e da parte del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, vengano anche (talvolta) incanalate su aspetti poco visibili all’esterno, ma forse (forse) un po’ più sostanziali rispetto all’uso corretto del saluto da parte del Personale di Polizia Penitenziaria nei confronti delle Autorità…

Per esempio quella Circolare sul benessere del Personale del 2008, doppiata e ribadita con la Circolare del 2009. Ricorda?

Facciamo una scommessa? Sono sicuro che il Corpo di Polizia Penitenziaria sarà ben felice di leggere certe Circolari non appena sarà messa in pratica la Circolare sul benessere del 2008 e non appena tali iniziative avranno effettivamente migliorato le condizioni di lavoro di tutto il Personale.

Altrimenti leggere certe parole e poi guardarsi intorno e leggere certi fatti di cronaca che coinvolgono il Personale tutto, fa male, fa davvero male. E prima di tutto fa male all’autorevolezza del Capo del Dipartimento (inteso come Istituzione).

Per ora la sua ultima Circolare vale tanto quanto quella del 2008. Perciò, Signor Capo DAP, si accontenti di quelle strette di mano e se le tenga ben strette finché dureranno…

 

Leggi anche: Editoriale del Secolo XIX, "Carceri Affollate? No, il problema è il saluto militare"

 

Leggi anche: La circolare sui saluti gerarchici con stretta di mano: della serie "arrivano i Turchi, anzi no, i Bizantini"

 

PDF: Circolare Capo DAP "Contrastare il disagio lavorativo del Personale"  luglio 2008

 

PDF: Circolare Capo DAP "Misure di contrasto del disagio lavorativo del Personale"  febbraio 2009

 

PDF: Circolare sulle norme del saluto tra poliziotti: Regolamento di servizio Polizia Penitenziaria Marzo 2011

 

PDF: Circolare che ribadisce l'importanza del Saluto gerarchico nella Polizia Penitenziaria Ottobre 2011