www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/01/2012  -  stampato il 11/12/2016


Il Dap prossimo venturo. Le indiscrezioni sulle nomine dei Dirigenti Generali. Parte terza.

Anche se qualcuno sperava di trovare la promozione sotto l’albero e qualcun altro l’aspettava dentro la calza dell’epifania, né Babbo Natale né la Befana hanno portato i doni sperati.

Ma niente è perduto e, che li porti il carnevale o San Valentino, a breve stanno per arrivare comunque tre pacchi dono con la nomina a dirigente generale.

Salvo sorprese dell’ultima ora, Carmelo Cantone, Pietro Buffa ed Enrico Sbriglia saranno nominati dirigente generale dell’amministrazione penitenziaria in uno dei prossimi consigli dei ministri.

Allo stato attuale i tre neo promossi dovrebbero andare a ricoprire gli incarichi di provveditore, probabilmente uno nel triveneto, uno in piemonte ed uno in abruzzo.

Le nuove nomine dovrebbero andare ad inserirsi in un vasto piano di mobilità che potrebbe riguardare almeno una decina di provveditorati.

Peraltro, è ormai quasi decisa la riduzione da 17 a 15 provveditorati con la soppressione di quelli di Potenza e Perugia che saranno assorbiti dalla Puglia e dalle Marche.

Nei prossimi mesi, infine, con il preannunciato pensionamento di alcuni dirigenti storici saranno possibili ulteriori promozioni a dirigente generale con la contestuale liberazione di altri posti di funzione.

In effetti, rimangono confermati tutti i prepensionamenti disposti dal Ministro Palma, ad eccezione del dott. Massimo De Pascalis per il quale è stata revocato il provvedimento.

Del resto, proprio De Pascalis sembrava essere l’unico danneggiato oltre misura dalla disposizione di Palma, stante la sua comunque giovane età e gli almeno cinque anni di carriera ancora davanti.

Non si può dire certo altrettanto, per gli altri dirigenti generali colpiti dal provvedimento per i quali il pensionamento è stato anticipato soltanto di qualche mese rispetto alla sopravvenienza naturale.

In buona sostanza, entro il prossimo mese di maggio, si libereranno le poltrone di Vice Capo Dap e di Direttore Generale dell’Esecuzione Penale Esterna per il pensionamento di Emilio Di Somma e Luigia Culla.