www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/03/2012  -  stampato il 09/12/2016


Il Salerno ferma l'Astrea: dopo tre mesi di imbattibilitą 0 a 1 per i campani

Campionato Serie D- LND 2011/2012 (girone G) – 26^ giornata (9^ritorno) – Casal del Marmo, 11/03/2012

 o
 
ASTREA-SALERNO 0- 1
 

Astrea: Longobardi, Cipriani (14' st Giuntoli), Ugolini, Mollo, Sannibale, Di Fiordo, Gaeta, Battisti, Di Iorio, Gramacci, Bosi (14' st Bauco). All.Fazzini

 

 

Salerno: Sestito, Calori, Chirieletti, Puglisi, Giubilato, Proia, De Cesare (14’st Mounard), Montervino, Biancolino, Caputo (33'st Chiavaro), Giacinti. All.Perrone

 
Arbitro: Amoroso di Paola
 

Marcatori: 7’ st Biancolino

 

Note: AmmonitiBauco, Puglisi e Giacinti.  Angoli 3 a 5 per il Salerno.Recupero 1' pt 3' st, 800 spettatori circa.

 
 
 
 

(Foto Pivetta) Dopo tre mesi e mezzo termina la striscia positiva dell’Astrea in fatto di risultati positivi consecutivi. La corsa si è fermata in casa, contro la capolista del girone, capace di superare la squadra di Fazzini approfittando dell’unica, vera, nitida occasione da rete di un match in cui i nostri sono stati abilissimi a chiudere gli spazi di manovra dei pur bravi avversari, e ci si è resi conto sin dal calcio d’inizio che la gara, giocata soprattutto a centrocampo, si sarebbe potuta chiudere solo grazie a degli episodi. Se almeno uno dei due eclatanti creati dall’Astrea, con Gaeta prima, con Giuntoli poi nel finale, avesse imboccato la rete, a quest’ora commenteremmo un risultato diverso, sinceramente più giusto, con un pari che non avrebbe fatto rammaricare nessuno per ciò che si è visto sul campo dato il profondo equilibrio di valori e prestazioni dei 22 sul campo. Primo tempo più Salerno, nel secondo Astrea maggiormente incisiva soprattutto dopo il decisivo ingresso di Giuntoli. Tornando però alla realtà dei fatti, che poco ha a che vedere con i “se” ed i “ma” del dopo partita, il colpo di testa di Biancolino ha però lasciato i tre punti agli ospiti. In ogni caso la corsa ai play off per i nostri, sesti a quota 37 punti, non si ferma. Nella tribuna centrale di Casal del Marmo, per visionare il loro Salerno, non sono mancati il presidente Lotito ed il cofinanziatore Mezzaroma.

Nel primo tempo l’attacco degli ospiti si è fatto incisivo al 14’ pt con De Cesare che, servito da Caputo, ha provato a concludere in porta trovando però Di Fiordo pronto a contrare. Proprio su una respinta di Di Fiordo Caputo al 20’ pt dai 25 metri ha tentato la conclusione di potenza trovando però un ottimo Longobardi che in tuffo ha salvato sicuro. L’Astrea si è resa pericolosa soprattutto sul finale del primo tempo, con Gaeta che dalla fascia destra, all’altezza di metà dell’area avversaria ha provato la conclusione a rete, lambendo il secondo palo per pochi centimetri. Sempre Gaeta con un tiro cross al 45’ ha servito Bosi che ha concluso bene a rete, ma Sestito in extremis ha mandato in corner.

Nella ripresa al 7' st, la doccia fredda per l’Astrea:  angolo di De Cesare e Biancolino di testa (in foto l'azione del gol)  ha infilato l’incolpevole Longobardi sotto la traversa.

L’undici di Fazzini però non perso lucidità dopo la rete subita: al 21' st occasione d’oro non concretizzata dall'Astrea: cross di Bauco, Gramacci da posizione favorevole ha impattato malissimo la palla a pochi passi da Sestito.

Al 26' st  Mollo ha servito a Gaeta un delizioso cross in profondità, ma a pochi passi dalla porta il nostro numero 7  non ha trovato la coordinazione per il tiro, e la palla è stata intercettata da Sestito.

Al 32' st Giuntoli su azione personale ha colto una traversa su azione personale, dopo essersi agevolmente liberato di Puglisi.

 

Nel campionato juniores naufragio dell’undici di Mochi in casa del Palestrina: 6 a 1 il finale.

 

Per il settore giovanile bene gli allievi di Sambucini che per 3 a 1 hanno superato in casa il Forte Aurelio con le reti di Di Mario, Ranaldi e Taroni, stesso risultato, purtroppo subito, dai giovanissimi di Capozzi che hanno rimediato  l’1 a 3, sempre in casa, contro il Fonte Meravigliosa. Il marcatore dei biancoazzurri è stato Franceschini.