www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/04/2012  -  stampato il 06/12/2016


Ma quale Pianosa ? Ma quale Asinara ? Qui si finisce sull'Isola del Giglio !

 

Cambiano i suonatori ma la musica e’ sempre la stessa. Nuova manifestazione di protesta del Sappe  davanti al Dap.

Prima il direttore d’orchestra era Ionta, con il primo violino Di Somma e tutti gli altri burosauri ai fiati.
Adesso il direttore d’orchestra è Tamburino, col primo violino Matone e tutti nuovi suonatori ai fiati.
Ma la musica è sempre la stessa.
L’organico della Polizia Penitenziaria è sempre carente di settemila unità.
Nelle carceri ci sono sempre ventiduemila detenuti in più.
Non ci sono più soldi per gli straordinari, non ci sono più soldi per le missioni.
Grazie al famigerato cartello del 57, non è stato pagato il Fesi degli ultimi quattro mesi dell’anno e, probabilmente, non sarà mai pagato.
Si continuano ad accumulare riposi e congedi non fruiti.
Il Capo del Dap, però, ci dice che da quando è arrivato Lui sono diminuiti duecento detenuti e che presto apriremo tanti nuovi padiglioni e tante nuove carceri.
(Chi andrà a prestarci servizio poi ce lo spiegherà Lui...)
Come c’è scritto su uno dei cartelloni del Sappe:
MA QUALE PIANOSA ? MA QUALE ASINARA ? QUI SI FINISCE SULL’ISOLA DEL GIGLIO !
(Tanto di Schettino ce ne abbiamo a centinaia nell’amministrazione penitenziaria).