www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/05/2012  -  stampato il 03/12/2016


Per amor di Patria! "La divisa ti entra dentro e ti rimane per tutta la vita"

Care Colleghe, Cari colleghi,

sono l'Assistente Capo Klaus Rossi, e presto servizio alla c.c. di Forlì. Quello che sto per raccontarvi è accaduto qualche tempo fa al sottoscritto di ritorno da una cena al ristorante con la mia famiglia.

Erano da poco passate le 22 quando al parcheggio del ristorante noto un anziano signore sull'ottantina vagare tra le auto con aria smarrita. Mi avvicinai per chiedergli se avesse bisogno di aiuto. Rispose che non si ricordava quale fosse l'auto del figlio in cui aveva dimenticato una cosa.

Avendo l'anziano signore la chiave in mano, non fu difficile per me aiutarlo. Mi ringraziò e stavamo per salutarci quando la mia attenzione ricadde sulla spilla che portava sulla giacca. Era la fiamma dell'Arma dei Carabinieri. Allora chiesi se fosse un ex Carabiniere e mi rispose con uno scatto d'orgoglio: "Certo!"

Poi disse anche che svolse servizio nella Benemerita dal ‘50 al ‘56 al battaglione poi purtroppo, poiché i suoi superiori si ostinavano a non assegnarlo in via definitiva ad una stazione (l'indifferenza e l'ostruzionismo esistevano anche allora!) in quanto suo desiderio era fare il "vero Carabiniere" decise di congedarsi benché fosse molto dispiaciuto.

Poi dissi che anch'io indossavo una divisa, quella della Polizia Penitenziaria, ex Corpo degli Agenti di Custodia ed allora aggiunse: "Bene, allora io e lei ci capiamo, è sempre lo stesso lavoro!". Poi abbassò lo sguardo e vidi che i suoi bellissimi occhi azzurri divennero lucidi per la commozione. Allora dissi "La divisa ti entra dentro e rimane per tutta la vita..." e lui aggiunse "verissimo... non ti esce più".

Poi gli strinsi la mano e nemmeno io riuscì a nascondere la commozione per quelle poche parole che ci eravamo scambiati ma così ricche di significato che stanno ad indicare come l'Amor di Patria ed il senso di Giustizia accomunano chiunque indossi una divisa dello Stato. Mi disse che si chiamava Forti e mi ringraziò. Gli risposi che per me fu un piacere enorme averlo conosciuto.

Cordiali saluti a tutti!!

Klaus Rossi