www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/05/2012  -  stampato il 09/12/2016


Nel carcere di Gorizia filtra l'acqua da tetto: interrogazione parlamentare sui lavori effettuati

Al Ministro della giustizia - Per sapere - premesso che: 

il 6 maggio 2012, sul quotidiano Il Messaggero Veneto, è apparso un articolo intitolato: «Pannella: vigilare sui lavori di ristrutturazione della Casa Circondariale»; 

l'articolo prende spunto da alcune dichiarazioni rilasciate dal leader radicale all'esito della visita ispettiva dallo stesso effettuata - insieme al consigliere regionale del PdL Gaetano Valenti e al candidato consigliere Pietro Pipi - all'interno del penitenziario di Gorizia; 

in merito alle condizioni in cui versa la struttura penitenziaria goriziana Marco Pannella ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Il carcere di Gorizia necessita di manutenzione, ma non è in condizioni peggiori rispetto a quelle che ho trovato nelle altre case circondariali che ho visitato in questi anni. Mi ha colpito scoprire che nel penitenziario operano quaranta agenti di Polizia a fronte di una popolazione carceraria di appena 39 detenuti, venti dei quali romeni. Dal tetto però filtra l'acqua, mentre un'intera stanza, con uno splendido pavimento in cotto, non può essere utilizzata: si rischia il cedimento. Bisogna individuare i responsabili della ditta che ha eseguito i lavori e farsi restituire i soldi. Ora arriveranno circa 2 milioni di euro: sarà compito delle istituzioni vigilare affinché i lavori vengano effettuati a regola d'arte» -: 

se intenda acquisire ulteriori informazioni, anche attraverso un'ispezione, in merito alle ragioni delle carenze strutturali del suddetto carcere; 

se e quali urgenti provvedimenti ritenga opportuno adottare al fine di rimuovere le rilevate disfunzioni e carenze dell'istituto di pena in esame, e garantire adeguate misure di sicurezza ai detenuti e al personale in servizio presso la struttura stessa; 

se, infine, non ritenga opportuno verificare le ragioni che hanno causato la cattiva esecuzione dei lavori di ristrutturazione e la presenza di eventuali sprechi nella conduzione dei lavori medesimi. (4-15955)

BERNARDINI, BELTRANDI, FARINA COSCIONI, MECACCI, MAURIZIO TURCO e ZAMPARUTTI

Interrogazione a risposta scritta 4-15955
presentata da RITA BERNARDINI 
martedì 8 maggio 2012, seduta n.628