www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/05/2012  -  stampato il 06/12/2016


Carcere di Lanusei, niente lavoro né riscaldamento: interrogazione parlamentare sui disagi

Al Ministro della giustizia, al Ministro della salute - Per sapere - premesso che: 

in un comunicato stampa del 3 maggio 2012, un gruppo di detenuti del carcere di Lanusei, la struttura penitenziaria dell'Ogliastra risalente al 1870, ricavata da un antico convento, hanno denunciato i numerosi disagi con i quali sono costretti a convivere; 

in particolare i detenuti scrivono quanto segue: «Siamo collocati in una cella non fumatori - hanno scritto - perché tra di noi ci sono alcuni che hanno gravi problemi respiratori avendo anche subito interventi chirurgici. Accade però che ogni tanto viene aggiunto qualche detenuto fumatore con inevitabili tensioni e rischi per la salute. Attualmente siamo in 6 ma in cella ci sono 7 brande e purtroppo presto aumenteremo di numero. Viviamo in condizioni non sopportabili anche perché siamo chiusi per troppe ore. Non ci sono soldi per poter svolgere qualche lavoro. Abbiamo trascorso un inverno freddissimo e ora, che siamo in procinto dell'estate ci preoccupano non poco le condizioni di vivibilità. Non abbiamo neppure la possibilità di avere neppure un po' di acqua fresca. Il nostro convincimento è che non si possa andare avanti in questo modo. Diteci voi come ci dobbiamo comportare»; 

nel carcere di Lanusei le persone sono costrette a condividere spazi angusti e a trascorrere le giornate in totale inattività con evidenti rischi per la sicurezza considerando la oggettiva difficoltà a condividere la cella quando si è in sei persone e si registrano problemi di salute. In questo modo non è possibile la rieducazione e il reinserimento sociale e la detenzione si limita alla pena che incattivisce e disumanizza -: 

quali provvedimenti urgenti intendano adottare, sollecitare e promuovere, negli ambiti di rispettiva competenza, al fine di risolvere tutte le criticità strutturali che affliggono il carcere di Lanusei così come denunciate dagli stessi detenuti ivi reclusi. (4-15949)

BERNARDINI, BELTRANDI, FARINA COSCIONI, MECACCI, MAURIZIO TURCO e ZAMPARUTTI

Interrogazione a risposta scritta 4-15949
presentata da RITA BERNARDINI 
martedì 8 maggio 2012, seduta n.628