www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/06/2012  -  stampato il 03/12/2016


Minacce con lettera anonima ai poliziotti penitenziari del Sappe del carcere di Chiavari

Al Ministro della giustizia - Per sapere - premesso che: 
 
come denunciato dal segretario generale aggiunto del Sindacato autonomo polizia penitenziaria SAPPE, Roberto Martinelli, nel carcere di Chiavari si registrerebbe uno stato di tensione che ormai travalica il limite della tolleranza e della sopportazione; offese e minacce sarebbero state espresse contro il Sindacato autonomo polizia penitenziaria SAPPE ed i suoi rappresentanti che lavorano nel penitenziario di Via al Gasometro attraverso uno scritto anonimo fatto recapitare nella camera della Caserma Agenti in uso alle poliziotte; 

questo non sarebbe il primo episodio offensivo riscontrato nel carcere di Chiavari rivolto al primo sindacato della polizia penitenziaria; 

in passato si sarebbero verificati, altresì, atti di vandalismo consistenti nel danneggiamento degli armadietti di alcuni iscritti e della bacheca sindacale nonché la distribuzione di volantini recanti attacchi alla medesima sigla sindacale; 

i fatti accaduti, con i rischi connessi, preoccupano chi in quelle strutture vive e lavora e non vanno sottovalutati ma condannati fermamente e bloccati -: 

se il Ministro interrogato per quanto di competenza, non ritenga urgente intervenire per disporre con urgenza un'ispezione al fine di accertare i responsabili degli episodi descritti; 

se intenda intervenire, nelle forme ritenute opportune per la promozione di un concreto e necessario piano educativo e moralizzatore che ripristini serenità nel carcere chiavarese. (4-16437)

PALADINI

 

Interrogazione a risposta scritta 4-16437

presentata da GIOVANNI PALADINI 

mercoledì 6 giugno 2012, seduta n.645