www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/07/2012  -  stampato il 09/12/2016


Apertura nuova carceri in Sardegna, personale Polizia Penitenziaria, spostamento detenuti - interrogazione parlamentare

Al Ministro della giustizia - Per sapere - premesso che: 

il provveditore regionale ha convocato nelle scorse ore i segretari regionali delle organizzazioni sindacali per alcune comunicazioni urgenti; 

oggetto di tali informazioni l'imminente apertura del nuovo istituto di Tempio Pausania entro il quindici del corrente mese per far fronte alle necessità della casa circondariale di Sassari; 

in particolare verranno trasferiti 30 detenuti da Sassari a Tempio ed il personale verrà reperito mediante provvedimenti di missione personale attualmente in servizio in altri istituti della Sardegna; 

in particolare 6 unità dalla casa circondariale di Sassari e una unità da tutti gli istituti della regione ad eccezione dell'istituto di Alghero; 

è stato altresì richiesto al dipartimento l'invio di dieci unità sulla base delle risultanze della mobilità ordinaria; 

forti critiche e dubbi sono stati espressi dall'UGL Polizia Penitenziaria; 

l'UGL Polizia Penitenziaria ha dichiarato di respingere tutte le ipotesi di nuove aperture di istituti e/o diramazioni senza il relativo adeguamento dell'organico di Polizia Penitenziaria; 

si contesta lo spostamento in nuovi istituti di detenuti provenienti da realtà in grosse difficoltà strutturali le quali devono essere poste in condizione di far fronte alle loro difficoltà sostenute dalla stessa amministrazione penitenziaria; 

in tutti gli istituti penitenziari della Sardegna la misura è ormai colma e la soluzione delle problematiche non può più essere quella di tamponare sempre e comunque l'emergenza ma semmai la ricerca di soluzioni definitive a partire dagli organici di Polizia Penitenziaria; 

è stato ribadito il diniego a missioni del personale di Polizia Penitenziaria durante questo periodo dell'anno tradizionalmente dedicato alla rotazione delle unità per il piano ferie estivo; 

si sollevano rilievi, anche per il mancato coinvolgimento dei comandanti di reparto, spesso e volentieri i veri destinatari delle decisioni e delle disposizioni dei vertici dell'amministrazione penitenziaria; 

risulta confermato il tentativo di apertura degli altri nuovi Istituti a partire dal carcere di Oristano-Massama dove al termine dei dovuti collaudi previsti entro il 15 agosto 2012, l'apertura sarà certamente successiva al completamento del piano ferie estivo del personale di Polizia Penitenziaria; nessuna novità per gli altri istituti -: 

se non ritenga di dover preventivamente all'apertura delle nuove strutture penitenziarie mettere a punto un piano complessivo e organico del personale alfine di garantire sia la sicurezza delle strutture che degli stessi operatori carcerari; 

se non ritenga di dover evitare di smobilitare le già precarie strutture esistenti garantendo quel rapporto agente detenuto che garantirebbe la corretta gestione delle strutture penitenziarie; 

se non ritenga di dover promuovere un bando di mobilità per il personale sardo dislocato nel resto del Paese desideroso di rientrare in Sardegna; 

se non ritenga di dover predisporre un piano organico e complessivo per la corretta apertura delle nuove strutture carcerarie della Sardegna.
 
Interrogazione a risposta in Commissione 5-07269
presentata da MAURO PILI 
mercoledì 4 luglio 2012, seduta n.660