www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/07/2012  -  stampato il 03/12/2016


Dopo la poltrona, Di somma perde anche autista e scorta. Il comitato per l’ordine pubblico gli toglie la tutela.

Forse perché il dott. Emilio Di somma, dopo quasi venti anni consecutivi, non riveste più alcun incarico di rilievo nell’amministrazione penitenziaria o forse perché, negli ultimi tempi, non sono pervenute al Dap altre lettere di minacce, sta di fatto che il Comitato Nazionale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica ha revocato ogni misura di tutela nei suoi confronti.

La conseguenza è che adesso il dott. Di somma non ha più diritto ad alcun servizio di prelievo ed accompagnamento da e per la propria abitazione.

Chissà che, un giorno di questi, non si riesca a vedere il dott. Di somma scendere da un autobus di linea, come un qualsiasi altro essere umano ?