www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/07/2012  -  stampato il 04/12/2016


Un angelo in divisa

Martedì 26 giugno 2012, nella spiaggia di Rio Forgia a Valderice, (Trapani) soffia un forte vento di grecale; una donna di 47 anni la signora Francesca G. si era allontanata per una nuotata, ma la corrente la stava portando al largo; accusa delle difficoltà e non riesce a rientrare in spiaggia.

Immediatamente si tuffa per venire in suo soccorso il signor Luca L. di anni 42 che spossato dalla nuotata sprint per venire in soccorso della signora, adesso annaspa tra le acque impetuose della spiaggia tra i comuni di Valderice e Custonaci.

Fortunatamente per loro, l’Agente Scelto Tony Ruggirello, in servizio alla Casa Circondariale di Trapani, trovandosi libero dal servizio, riceve una telefonata da suo cugino, un Carabiniere in servizio presso la Stazione di Valderice che, avendo ricevuto una chiamata per due bagnanti in difficoltà ha pensato bene di telefonare al cugino che abita a pochi metri da un pontile, ove sono attraccate le imbarcazioni da riporto, il località Bonagia a poca distanza dalla spiaggia di Forgia, per fargli preparare il suo gommone in quanto stavano sopraggiungendo due Carabinieri con una radiomobile.

Il Ruggirello si precipitava al pontile preparando il gommone del quale deteneva una copia delle chiavi e nel frattempo sopraggiungeva la radiomobile con due Carabinieri. Il Ruggirello faceva salire sul gommone il brigadiere e un signore che si trovava in quel momento sul pontile, mentre un Carabiniere si recava in auto presso la spiaggia di Rio Forgia. In meno di 5 minuti il Ruggirello, e le altre due persone a bordo si recavano sul posto.

Non appena il gommone giungeva a qualche metro dalla signora, senza indugio l’Agente Scelto Ruggirello Tony si tuffava in acqua e afferrava prima la signora facendola salire sul gommone e subito dopo raggiungeva l’uomo, sempre seguito dal gommone poiché a causa delle correnti si era allontanato già di una decina di metri, e con non poca fatica riusciva a trascinarlo e a farlo salire sul natante.

Infine, insieme ai due malcapitati, il gommone faceva rientro al pontile di c.da Bonagia dove li aspettava un’ambulanza del 118 preventivamente avvertita dai Carabinieri, che li accompagnava al Pronto Soccorso dell’Ospedale S.Antonio Abate di Trapani.

Il salvataggio assume un grande valore, in quanto un anno fa, esattamente il 4 luglio del 2011, proprio in quel tratto di mare era annegato il signor Giovanni Andrea Ruggirello poichè quel tratto di mare, a causa delle correnti e della profondità, è insidiosissimo.

All’Agente Scelto Tony Ruggirello va il nostro plauso per aver contribuito a salvare due vite umane e portato in alto il buon nome del Corpo e per il ritorno d’immagine per la Polizia Penitenziaria, a seguito di numerosi articoli di giornale e sui siti web, i servizi televisivi sulle TV locali.