www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/07/2012  -  stampato il 03/12/2016


Brava Ilaria, quinto posto finale e ancora record italiano

 

 Se la seconda giornata dei giochi ha deluso “i grandi” favoriti per il podio, ha però dato ancora grandi soddisfazioni nel nuoto alla nostra Ilaria Bianchi.  Dopo la semifinale in cui lei aveva siglato il nuovo record italiano abbassandolo a 57”,79, la ventiduenne, atleta delle Fiamme Azzurre, ha conquistato il quinto posto nella finale dei 100 farfalla alle Olimpiadi di Londra. La stella azzurra in finale ha nuovamente ritoccato il primato italiano con 57’’27. Oro e record del mondo per l’americana Dana Vollmer (55’’98), nuovo primato che migliora il 56’’06 stabilito dalla svedese Sarah Sjostrom ai Mondiali di Roma 2009. Alle spalle della statunitense ha chiuso la cinese Ying Lu, argento in 56''87. Il podio è completato dall'australiana Alicia Coutts, bronzo in 56''94.  Dalle dichiarazioni a caldo Ilaria ha espresso soddisfazione e stupore per il risultato ottenuto: “Quinta!... se me lo avessero detto prima non ci avrei mai creduto. Sono arrivata in acqua molto tranquilla e mi sono detta che potevo provare a fare qualcosa di meglio dell’ottavo posto. Volevo dare il tutto per tutto e l’ho fatto”.
Michele Santucci, nella finale maschile 4X100  insieme a Filippo Magnini, Luca Dotto e Andrea Rolla, è giunto invece settimo.
Delusione, ma solo in parte dato che le sue condizioni fisiche erano al limite della partecipazione olimpica, per Aldo  Montano nella sciabola maschile, arrivato a Londra convalescente da un brutto infortunio all’adduttore. Il talento  livornese delle Fiamme Azzurre si è dovuto arrendere, non prima di aver recuperato ben 4 stoccate (da 14 a 9 ha accorciato a 14 a 13), a Diego Occhiuzzi, finito poi secondo nella finalissima contro l’ungherese  Szilagyi, persa per 15 a 8, e dove probabilmente l’esperienza internazionale di un Aldo in condizioni migliori avrebbe potuto fare la differenza.
 
Nulla da fare neppure per le Fiamme Azzurre impegnate nella prova in linea femminile di ciclismo: Monia Baccaille e Tatiana Guderzo, in una gara vinta dall’inarrivabile Marianne Vos e caratterizzata dalla pioggia come Pechino 2008, mstavolta senza podio per la nostra Tatiana.